martedì 20 giugno 2017

I cittadini di Rozzano sono limoni da spremere. La tangente di AMA sul ruffo vale 135 euro all'anno per famiglia!

Dai dati della Ragioneria generale dello Stato, ricaviamo che il Comune di Rozzano, sul tema caldo di questi giorni (i rifiuti), in virtù del fatto che paga AMA, che non svolge il servizio e che rifiuta di valutarlo per quel che è ad Area Sud, si è messa le fette di salame sugli occhi.
Alla domanda: come faccio a dare sempre più soldi ad AMA? Risponde con puntuale perizia, approfittando di tutte i possibili artefatti contabili per non cedere e recedere di un millimetro a vantaggio dei cittadini.
Nel 2016 la TARI di Rozzano ha portato nelle casse di AMA 7,9 milioni di euro, ben 650mila euro in più rispetto al 2015. Ma, nelle casse del Comune, son finiti solo 6,3 milioni nel 2016 contro i circa 7,1 nel 2015 (meno 800mila euro).
E già qui ci sarebbe da questionare: perché mai il Comune paga ad AMA più di quanto incassa dal servizio tributi?
In secondo luogo, vi è l'annoso problema di un subappalto illegale.
Se AMA ha una società di scopo (Area Sud) che svolge proprio quel servizio, e lo fa per molti comuni direttamente senza alcuna "AMA" di mezzo, perché a Rozzano noi mettiamo AMA tra Comune e Area Sud?
La differenza (la "tangente") assolutamente impropria, è quel che AMA aggiunge non certo a vantaggio dei cittadini.
Si tratta - e qui ci riferiamo ai dati 2015 - di 4,7 milioni che Area Sud fattura ad AMA e che AMA ricarica per portare il suo fatturato a 7 milioni ai cittadini di Rozzano!
Proprio del 2016 è la notizia che Area Sud serve, dal luglio, il comune di Sesto San Giovanni (82 mila abitanti) ad un canone di circa 7 milioni anno, lo stesso che la truffaldina AMA pratica a Rozzano, 42mila abitanti.....
A Rozzano ci sono 16mila 921 famiglie, che, con il prezzo del servizio di Area Sud pagherebbero "solo" 277 euro (a Sesto pagano 256 euro a famiglia). Invece, la tangente AMA, costa alle famiglie 135 euro in più all'anno!!!
Ma non solo. A Sesto, Area Sud ha messo in servizio delle nuove spazzatrici – che noi chiediamo da anni – dotate di lancia per la pulizia ad acqua delle strade che consentono, come a Milano, di limitare il divieto di sosta delle auto.
Nonostante questo, per ciò che concerne il nostro "erogatore di servizi", i debiti di AMA verso Area Sud son cresciuti, tra il 2014 ed il 2015, di 500mila euro, salendo a 2,8 milioni. Quindi, tanti incassi e pochi pagamenti.
Area Sud gestisce l'incasso della TARI per Cesano Boscone e Pieve Emanuele, e lo fa negli oneri di servizio. AMA chiede, per questa stupidità, 1,3 milione di euro....
La Corte dei Conti ci ha guardato dentro e, come denunciamo da anni, ha riconosciuto l'incongruità. Magari farà pure pagare agli amministratori questi scandalosi costi, ma il fatto che il sindaco e i consiglieri reggano il sacco a questo "sacco cittadino" è scandaloso!
Ulteriori e continue prove che al sindaco Agogliati non interessa nulla degli interessi dei cittadini: sono solo limoni da spremere.
RF


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.