lunedì 5 giugno 2017

Agogliati spernacchia i cittadini e la Regione!

Non presentandosi all'incontro organizzato dalla Regione Lombardia con Aler e le Autogestioni (tanto decantate sul falso-come-Giuda Tutto Rozzano) convocato sul problema del prezzo del riscaldamento, il sindaco Agogliati - per conto del Comune, e AMA - ha rivolto una grossa pernacchia ai cittadini e alle autogestioni stesse.
Ma, oltre alla pernacchia ai cittadini rozzanesi (ormai abituati ma mai sazi) , hanno perpetrato anche un bello sgarbo istituzionale alla Regione Lombardia ed all'Aler, e questo non potrà che rivoltarglisi contro.
La scusa, rabberciata su una carta da formaggio la sera prima e riportata alla riunione dai funzionari regionali, è una supposta situazione di "mancata tutela" dei loro interessi...!!!!
Ma quali sarebbero i loro interessi? Gli unici noti sono continuare a grassare i cittadini meno abbienti di Rozzano per tramite di Aler per mantenere in essere il loro poterucchio e le loro meschine clientele.
Una pernacchia dopo il dito medio di gennaio, recapitato tramite il commissario del fallimento API.
La sindaca Agogliati, come già riportammo in altra occasione, non vuole mollare sulla convenzione truffaldina sottoscritta da Gianfranco Sgambato, che prevede ad oggi, dopo una progressione del prezzo al metro quadrato partita nel 2013, ben 22 euro/mq, assolutamente fuor d'ogni logica.
La ragione è quella suddetta, e l'hanno anche lasciato intendere nella comunicazione riportata: "non possiamo scendere di prezzo pena il default di AMA".
Quel prezzo - ancorché non dovuto, perché la rete era da ristrutturare ma con oneri a carico del proprietario, Aler - fu concordato tra Comune di Rozzano (D'Avolio)/AMA (Sgambato/Carrara) e Aler (Ippolito) a fronte di un supposto investimento mai avvenuto di 11,4 milioni di euro nella ristrutturazione della rete. Solo 2,4 milioni son stati spesi. Ma nel frattempo, i soldi del mutuo son spariti in API e in AMA. API è fallita (e tutti i lavoratori buoni alla loro causa spostati in AMA o Area Sud), e AMA sta proprio male....
Quindi, cari cittadini, come abbiamo riportato in un post su FB "dal sindaco e da AMA...."o possiamo fottervi o non ci interessate".
Siamo alle comiche.
E poi, a favore di alcuni consiglieri Pd che non riescono ad arrendersi al servilismo nemmeno di fronte ai fatti, è stato ribadito che il debito complessivo di Aler verso AMA è di soli 4 milioni di euro (uno appena pagato). Dal canto suo Aler è creditore di 820mila euro da parte del Comune di Rozzano, che dovrà poi girare ad AMA (riducendo il residuo a poco più di tre milioni) ed entro la fine dell'anno sarà azzerato. Il famoso trenino!
Un sindaco che tutela i suoi interessi tramite la ruberia sul territorio da parte dell'azienda da cui dovrebbe invece fruire di servizi a favore della cittadinanza. E se ne guarda bene dal dirlo, ma lo fa.
Adesso anche le autogestioni che hanno voluto farsi ritrarre nella foto sul giornaletto di propaganda, magari, avranno capito con che tipi hanno a che fare.
Non ci attendiamo gran che.
La conclusione, chiara ed evidente, è che son disposti a tutto per non togliersi di torno, anche farsi beffe della Regione e dell'Aler....
Ma, a parte tutte le clientele (già note, ma sulle quali non si dirà mai abbastanza)....cos'altro avranno da nascondere???
RF

3 commenti:

  1. http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/06/06/news/milano_aler_le_occupazioni_sempre_piu_da_parte_di_stranieri_-167435084/

    da qui si evince che aler è un ente inaffidabile quindi inizi a criticare chi all'ìnterno della città con un partimonio immobiliare così vasto gestito male fa diminuire la legalità all'interno del villaggio stesso....analizzi in modo più obiettivo gli argomenti .....altrimenti poi diventa troppo fazioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando parleremo di abusivismo la terremo presente. Per il momento si parla d'altro.

      Elimina
  2. In questo momento sono talmente tante le questioni aperte in seno a questa amministrazione che è come sparare sulla Croce rossa. Mi permetto di dare un suggerimento. Arriva un momento dove si rende necessario sapere esattamente con chi si ha a che fare. Propongo di eliminare la possibilità di pubblicare commenti in forma anonima. Forse qualcuno smetterà di scrivere ma penso che non sarà una grande perdita.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.