giovedì 25 maggio 2017

Vecchie novità in AMA: nuovo presidente, ma nessuno lo sa....

Lo scorso 30 gennaio 2017, ben cinque mesi fa (!), il Cda di AMA ha nominato un nuovo presidente, informando puntualmente l'amministrazione ed il consiglio comunale...."Ma per favore....Non ci fanno sapere dei fallimenti, non ci fanno sapere delle bocciature di un Pgt, volete che ci mettano al corrente del cambio del Cda di una partecipata!?" commenta sarcastico Gianni Ferretti.
Carmelo Balistreri si è dimesso, e, a seguito di ciò, siccome il Cda resterà in carica sino all'approvazione del bilancio 2016,  è stato nominato al suo posto per ricoprire la sedia vacante Fausto Proverbio, attualmente uno dei dirigenti di AMA, senza compenso.
Siccome bisognava scegliere qualcuno particolarmente competente, vista la situazione piuttosto difficile che l'azienda sta attraversando e le peripezie che dovranno essere affrontate per il fallimento di Api  (di cui già si subodorava l'accadere anche allora), su certa indicazione del sindaco Agogliati e con il supporto del Procuratore Sgambato - altro curriculum significativo - hanno indicato il consigliere Rita Ricucci.
Nota poetessa, il cui curriculum abbiamo eviscerato in passato, ha certamente le caratteristiche per guidare l'azienda in questo passaggio storico. Una letterata al posto di un matematico (ma entrambi senza esperienze di amministrazione di Spa!)....tanto far di conto in Ama non serve: il debito sale sempre!
Nella stessa data, e solo allora, hanno finalmente revocato le procure a Vito Ancora, l'ingegnere segnalato anche nella sentenza della Corte dei Conti dello scorso agosto di cui il sindaco era al corrente sin da febbraio 2016, dove censurava le parcelle milionarie ad Ama e Api e oggi al centro del processo per ricettazione, peculato e riciclaggio insieme a Massimo D'Avolio e alla moglie Laura Tesse.
Insomma: alle parole non seguono mai i fatti. Occorre far passare anni.
Purtroppo, ed ancora, segnaliamo ai piddini locali, ed in particolare al loro segretario Marco Macaluso, che il cambiamento di cui parlano non solo non si vede....ma non c'è proprio. La voglia di comunicare e di confrontarsi sulle cose serie la fanno passare solo per i Tribunali!
RF




1 commento:

  1. Anche gli spacciatori cercano di non far sapere alle forze dell'ordine dei loro traffici illeciti.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.