mercoledì 11 gennaio 2017

Rozzano tra i grandi debitori di MPS, in buona compagnia!

Tra i grandi debitori della lista che potrebbe essere resa pubblica nelle prossime settimane anche grazie alla moral suasion di Patuelli, presidente ABI, l'associazione dei banchieri, ci sarà certamente Rozzano, con il suo consistente patrimonio di debiti di API e AMA.
In buona compagnia, con la tessera n. 1 del PD, De Benedetti, le cooperative e via cantando (i nomi stanno venendo fuori un po' alla volta), il Comune di Rozzano, o meglio, i suoi cittadini, grazie all'incapacità di una classe dirigente (sigh!) che ha governato per l'ultimo quindicennio,
avranno un carico dovuto al salvataggio ben più pesante rispetto a tutti gli altri cittadini italiani per l'intervento dello Stato nel Monte dei Paschi di Siena.
Si è calcolato che costerà a tutti i cittadini italiani circa 100 euro a testa (compresi i bebè), ma a Rozzano, a questo importo, bisognerà aggiungere i costi dei disservizi e della perdita patrimoniale di API e AMA. Considerando infatti tutto il sistema del debito e del patrimonio perso, spannometricamente saranno valsi circa 2.500 euro a testa, infanti compresi!!!
API e AMA, hanno comunque, con il solo Monte dei Paschi, un cumulo di debiti ed impegni da spavento.
API ha debiti per quasi 40 milioni relativi al residuo del mutuo per la rete del teleriscaldamento e per gli affidamenti bancari, e AMA (sinché non fallisce API) ha un impegno di "soli" 5 milioni tra anticipi e affidamenti.
Siccome AMA ha debiti per 8 milioni verso la fallendo API, nel momento in cui il giudice chiederà il conto l'azienda locale, che naviga con 3 milioni di euro in cassa e senza patrimonio, sarà inguaiata. Già oggi, stante la condizione che abbiamo descritto con una certa dovizia di particolari, non trova più disponibilità da parte del sistema bancario (gli amici di MPS non hanno più spazio), domani....
Sui giornali di oggi (Il Sole 24 Ore, Il Corriere della Sera, Libero e altri) si manifestano nomi di aziende con sofferenze che vanno dai 10 ai 650 milioni e che rientrerebbero nella lista dei primi 100 debitori colpevoli insieme ai dirigenti del Monte del crack e dell'intervento statale, Rozzano con API e AMA fa la sua "sporca figura" per non essere seconda a nessuno!
Ringraziamo il Decaduto e i valenti manager e conniventi politici che l'hanno assistito e continuano a reggergli il sacco.
RF

1 commento:

  1. Rozzano avrà ancora una volta l'onere di pagare due volte: una volta perché ai debiti di API e AMA nei confronti di Montepaschi che pagheremo privandoci del patrimonio
    una volta perché come cittadini dovremo contribuire a rimediare alle malefatte di gente senza scrupoli che ha sperperato ignobilmente il patrimonio di tutti gli Italiani. Una piccola pena però queste persone la dovrebbero subire. Magari andando in fila NUDI con giornate di freddo come queste per le strade delle città che hanno contribuito a distruggere

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.