lunedì 11 gennaio 2016

ANZIANI. Quinto: il Comune reitera concessione senza competenze

Con la delibera n. 206 dello scorso 22 dicembre, la Giunta ha deliberato la reiterazione di una concessione su una struttura che non le appartiene, mettendo così a rischio il Centro Anziani di Quinto in via Franchi Maggi.
Infatti, in tale delibera, ri assegna al centro anziani L.Grossi la struttura del Polifunzionale di Quinto che non è nelle disponibilità del'amministrazione, ma che è di proprietà di API, i cui beni sono bloccati (in termini di proprietà e disponibilità) dal processo per il fallimento in corso.
Il consiglio comunale, nel 2006, aveva trasferito ad API, tra le altre, anche il Polifunzionale, che, da allora, risulta nella lista dei suoi immobili, e che ora il Comune non ne può disporre, in attesa delle pronunce del Tribunale. Ma di più.
Stante ciò, API, essendo una srl, non avrebbe neppure potuto, nel 2013, darne comodato gratuito al centro anziani: in virtù di quale vantaggio una società privata avrebbe dato gratuitamente un locale come quello se non configurandosi un danno economico?

Insomma un problema amministrativo e sostanziale, visto che quella struttura risulta assegnata anche ad altre associazioni che, sebbene facendone anch'esse un uso sociale, devono pagare affitti molto salati.
Tutta l'esistenza di tali attività è "sub judice", in attesa della pronuncia del Tribunale Fallimentare.
Ad una Quinto dimessa per la situazione di decoro complessivo denunciata da molti cittadini, si preannuncia un'ulteriore possibile penalizzazione per la cancellazione di alcune delle attività che la animano socialmente.
RF

6 commenti:

  1. Mi scusi ma il problema è dare ad uso gratuito il locale agli anziani????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema e' stato dare la struttura ad Api

      Elimina
  2. Buonasera Marco, vorrei aggiungere che la struttura data in comodato uso gratuito è comunque una struttura pubblica, come se fosse un bar o una discoteca, quindi legata a stringenti leggi sulla sicurezza. Essendo una struttura per eventi è legata alla sicurezza, tutti gli impianti devono essere a norma e manutentati dal locatario e la manutenzione straordinaria è di competenza del locatore, quindi API, ma API non può intervenire per mancanza di liquidità. Siamo sicuri che la struttura rispetti le basilari norme di sicurezza? Non voglio andare oltre.....

    RispondiElimina
  3. E' da molto che sostengo che siamo (dis)amministrati da una banda di apprendisti stregoni, ahinoi!
    Sempre tardi sarà quando nomineranno un commissario a fare piazza pulita non prima di avere disautorato gl'incompetenti e messi in luoghi dove non possono più (per sempre ) fare danni, per non dire altro che sappiamo.

    RispondiElimina
  4. scusi masini il problema è che il centro anziani non paga l'affitto e altri si??
    zocchi d.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è aver trasferito la proprietà dell'immobile ad Api

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.