martedì 16 giugno 2015

AZIENDE. Altra infornata di inutilità per i Cda di Miogas e Area Sud

Con i bandi che si stanno per chiudere il 30 giugno prossimo. Ama ha reso noto che verranno rinnovati i consigli di amministrazione di Miogas e di Area Sud.
Il nuovo corso procederà sicuramente, come abbiamo visto con la nomina del Cda di Ama, nel solco delle vecchie e consunte pratiche legate alla spartizione, alle clientele e al consociativismo.
I bandi di cui sopra, firmati dall'insegnante Balistreri, selezionato per analoghi meriti (nonostante fior fiore di candidature presentate all'alba dell'amministrazione Agogliati), porteranno a individuare attraverso un preciso calcolo e valutazione dei curricula esattamente il numero di persone con l'assenza di qualità che ci si aspetta per un classico Cda di partecipata.
L'ennesima infornata di inutili personalità che hanno l'unico scopo di dare la mancetta a qualcuno e di fornire qualche contrappeso allo strapotere della corrente in auge.
Ma speriamo d'esser smentiti, anche se il fatto che i bandi stiano passando in sordina ci ha preoccupato. Nessuno, ad esempio, delle opposizioni è stato consultato.
"Se si volesse far si che il controllo e la partecipazione democratica siano reali, il passaggio dalla riunione capigruppo sarebbe stato opportuno" dice Gianni Ferretti, consigliere di opposizione e capogruppo. "Per il bando del cda di AMA furono inviate ben 16 candidature e si è fatto di tutto per prendere quelli meno qualificati!".
Anche Gianluca Palmeri è laconico: "Mancanza di trasparenza su tutte le nomine, mai una quota per le minoranze! In particolare, in Area Sud sarebbe veramente opportuno avere qualcuno della minoranza per evitare gli abusi di straordinario che già si sono perpetrati....".
Aperti ieri (15 giugno), i bandi saranno chiusi il 30 giugno.
Ricordiamo che Ama controlla (consolidandola nel bilancio non ancora pubblicato) Miogas, e controlla Area Sud.
Entrambe, sino ad oggi, hanno avuto Carlo "presidente" Carrara al vertice, in qualità di membro espresso da Ama.
Il vento sembra però cambiato, e potrebbe essere che con la scusa dell'età (per il lancio di giovani di facciata) e del rinnovamento, vedremo qualche simpatica novità. Tanto, per il tipo di ruolo che il sindaco ed il procuratore speciale richiedono non servono competenze...
Non è stato reso noto, poi, se l'Anac, a cui il Cda di Ama ha chiesto il parere (sic!), abbia comunicato in merito alla decadenza dei membri dei Cda di Ama Sport e Sfera, Carucci, Caraccini e Pugliese, per la palese violazione delle regole sulle cariche post rappresentatività istituzionale, regole che, ancora oggi nei bandi Miogas e Area Sud (D.Lgs 39/2013) vengono richieste per i nuovi componenti...
Sono incredibili!
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.