domenica 10 maggio 2015

RETTIFICA - COMUNE. Un dirigente sotto processo per la nuova posizione in Comune?

Il sequestro documentale a Vigevano
A seguito delle informazioni fornite puntualmente dai legali della dirigente in oggetto, la sua posizione risulta archiviata (LINK).
Ciò non di meno riteniamo che, al di là delle ragioni sul fronte del codice penale, ci sia da ritenere che un direttore del settore finanziario possa rilevare la legittimità delle poste segnalate dal resto della dirigenza. Questa prassi è da tener in debito conto.
Come segnalammo, la presunzione di innocenza vige sempre.
Tanto dovevamo.
RF
____________________________________
Tanto per non sbagliare, e in base al principio di massima cautela sempre presente nel PD (sigh!), per la posizione di nuovo dirigente dell'ufficio finanziario comunale si è presentata, invitata, per il colloquio conoscitivo al cospetto del segretario comunale una funzionaria della provincia di Pavia già rinviata a giudizio per abuso d'ufficio.

Così non ci saranno problemi di sperequazione futura!
Si tratta di Federica Annovazzi, 47 anni, ex funzionaria comunale di Vigevano. A suo tempo, il Comune di Vigevano aveva deciso di costituirsi parte civile, nella vicenda giudiziaria sui presunti falsi finanziamenti per i progetti denominati “Eu-Cult” e “Canto della terra”.
Comunque, l'amministrazione è stata individuata come parte offesa nel procedimento.
Per il patrocinio legale, il Comune ha affidato l'incarico all'avvocato Federico Lerro di Milano, "al fine di richiedere il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali patiti o da patire, a causa e quale conseguenza dei reati contestati agli imputati", era scritto nella delibera che incaricava il legale.
"In vicende come questa è un atto dovuto della pubblica amministrazione costituirsi parte civile - aveva dichiarato il segretario generale del Comune - perché potrebbero esser stati causati danni all'immagine dell’ente o anche al suo patrimonio".

Secondo l'ipotesi accusatoria, quattro funzionari, tra cui la Annovazzi, ormai imputati, avrebbero creato, con false mail e documenti, attestazioni di finanziamenti in realtà mai concessi da Regione, Ministero e Unione europea per i due progetti.
Sulla base delle presunte false autorizzazioni, il Comune di Vigevano aveva messo a bilancio una somma 350mila euro, soldi che poi non sono mai arrivati.
Proprio il tipo di dirigente che potrebbe servire all'Agogliati.
Le questioni sollevate anche nell'ultimo consiglio comunale, e la necessità di far le classiche "carte false" per aggiustare i bilanci delle partecipate (ricordiamo la minaccia del Revisore di API), sono pane per i denti di persone avvezze al tema.
Sappiamo bene che, come sempre, la presunzione di innocenza è d'obbligo (se non si conoscono le questioni nel dettaglio), ma partire un pò meglio sarebbe necessario. Forse la sindaca non è era al corrente. Forse. Ma ora lo sa.
Di positivo c'è il fatto che esistono ancora comuni che per i danni subiti dalla città e dalla cittadinanza, hanno ancora il "coraggio" di costituirsi parte civile, per cercare di recuperare il maltolto!
RF

11 commenti:

  1. Non è ancora stata assunta pero? mi auguro che si facciano gli accertamenti prima.

    RispondiElimina
  2. vuoi che non l"assumono? hanno assunto scotti andrea faranno un"altra porcheria. ma la finanza e sempre piu vicina

    RispondiElimina
  3. va beh che l'Italia è un paese ipergarantista però nn dovrebbe vigere un principio di cautela ? Non c'è nessun altro professionista da vagliare e poi evntualemnte assumere ? Questa signora è l'unica che abbia i requisiti ? O forse proprio perchè ha "certi" requisiti che viene intervistata per essere assunta? Sappiamo che a pensar male si fa peccato, però ... ecc. ecc.

    RispondiElimina
  4. E' utile ricordare che il Segretario e' un servitore dello Stato.
    Immaginate se la Segretaria del nostro cune si spingesse a tanto (sarebbe doveroso) dovrebbe immediatamente fare le valigie oppure ritornare ad Assago.
    Il comune, l'amministrazione a chi dovrebbe chiedere i danni? A se stess?
    Alla cricca D'Avogliati, Dirigenti, e CDA delle partecipate.
    Ma scusate perché' non fate la prova del NOVE?
    La minoranza proponga un ODG in tal senso, e vedremo che cosa voterà' la Maggioranza, o quanto meno che cosa farà' votare L'Agogliati!
    Ma ad oggi il patrimonio in capo ad API ( dei cittadini e' stato periziato?
    Le sorprese sono dietro l'angolo!
    Comunque se approdasse in Consiglio l'ODG , tranquilli, si affideranno al portavoce del partito strutturato, al loro Capogruppo per votare NO!

    A

    RispondiElimina
  5. Non capisco se c'è bisogno di assumere altre figure quando abbiamo in tutta l'organizzazione comunale, consociate comprese, persone da licenziare o che non lavorano a tempo pieno

    RispondiElimina
  6. Tanto per non sbagliare e avere una giusta partenza, inviterei il giornale prima di porsi domande, che in realtà domande non sono e fare supposizioni basandosi su articoli di altri giornali, peraltro datati e in seguito smentiti e per non cadere nello stesso imbarazzante errore, a verificare le notizie che pubblica per il seguente motivo:
    ad oggi non è in atto nessun processo a carico della dirigente ed anzi il procedimento penale è stato archiviato in fase di indagine preliminare. Seguirà pertanto richiesta ufficiale di rettifica al giornale stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attendiamo comunicazione e dettagli in merito, visto che i colleghi interpellati non hanno contezza della chiusura della vicenda nel senso suddetto.
      Cordialità

      Elimina
    2. avv. Luisa Currà13 maggio 2015 16:32

      Con riferimento all’invito ad offrire maggiori dettagli e informazioni in relazione alla vicenda giudiziaria richiamata nel presente post, segnalo l’articolo pubblicato in data 29 marzo 2014 sull’edizione cartacea della Provincia Pavese, nonché sullo spazio web della ridetta testata al link http://ricerca.gelocal.it/laprovinciapavese/archivio/laprovinciapavese/2014/03/29/VG_34_02.html
      Segnalo altresì che, frattanto, il procedimento penale nei confronti della dott. Annovazzi è stato effettivamente archiviato con decreto emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Pavia.
      avv. Luisa Currà

      Elimina
  7. Come già anticipato, sarete contattati dal nostro legale nei prossimi giorni, per la richiesta di rettifica dell'articolo.

    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nostro di chi ?

      Elimina
    2. Anticipato da chi? Vostro? Nostro?
      Staremo a vedere, perché' sarà' molto interessante sapere, anche perché' potrebbero esserci dietro l'angolo cose che non si conoscono. Ma!
      A.L.

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.