mercoledì 1 aprile 2015

AZIENDE.Sexy-API: erotismo ed equivoche feste private nei locali pubblici della ex scuola....

Immagini dall'8 marzo...
Dopo l'abbandono con disonore degli spazi in via Monte Amiata da parte della cooperativa La Coccinella, ed una seguente esperienza ("Terzo tempo") chiusa abbastanza velocemente, da settembre scorso il locale di proprietà di API è stato inserito nel giro dei locali "equivoci" sotto la gestione del circuito "Il portale della notte", che nella pagina dedicata, indica l'Imperial (il nome del "ristorante") tra i locali consigliati.
"Prenotazioni ... organizzando i Compleanni in disco, liste prenotazione con tavoli priveè possibili feste con cena per l'organizzazione anche di addio al nubilato celibato con spettacoli di strip tease..." decanta la pubblicità del posto!
A Rozzano, in via Monte Amiata, 20 il signor XXX è disponibile ad organizzare il tutto in quello che sembra già esser diventato un riferimento del sud milano per le notti sexy.
Per accreditarsi, con un contenuto ad alto valore educativo,  all'ultima Festa della Donna si sono esibiti numerosi strip-men, non certo per ricordare la vera origine della ricorrenza!
I conduttori hanno provveduto a pubblicizzarsi anche sulle pagine ed i siti di locali come Il Pirata, di Bellinzona, rinomato locale sexy appena oltre confine. E le pubblicità non lasciano molto spazio alle fantasie.

"Stai cercando un locale dove organizzare l’addio al nubilato – celibato per la tua amica!! o amico? Vuoi qualcosa di davvero speciale? ... Cerchi un divertimento sexy, un nuovo modo di interpretare l’erotismo tramite sensuali movenze di bellissimi ragazzi e ragazze che ballano durante uno spettacolo di spogliarello personalizzato? E magari desideri la compagnia di questi bellissimi ragazzi e ragazze per l’intera serata? La tua amica o amico si sposa? Devi organizzarle l’Addio al Nubilato – Celibato? Vuoi fargli una sorpresa regalondole l’ultima tentazione prima del Matrimonio? Fermati qui perche’ da noi troverai la giusta soluzione ai tuoi problemi …!!".
Sembra si stiano dirigendo nella direzione di un night club, dove hanno luogo spettacoli di danza erotica, spogliarelli e palpeggiamenti che secondo la sentenza n° 13039 del 21 marzo 2003 della Corte di Cassazione non devono essere "tali da produrre eccitazione in un soggetto normale", anche se una successiva sentenza del dicembre 2004 li legittima parzialmente argomentando che gli avventori di questi locali conoscono le attività praticate all'interno e non provano imbarazzo o disagio nell'essere 'toccati' dalle ballerine, così come le ballerine non si sentono disturbate dalle attenzioni dei clienti. Ma non solo.
Nei locali di lap dance è possibile bere alcolici, assistere a spettacoli di ballo privati nei cosiddetti privée e organizzare feste di compleanno o addii al celibato. Mentre non sono in alcun modo previsti show pornografici e prostituzione.
Ma i problemi, per un concessionario pubblico (!), non finiscono nell'ambito dell'etica.
Questa tipologia di locali - al pari di night club e discoteche - oltre che della documentazione standard (Partita IVA, Iscrizione alla Camera di Commercio, DIA, autorizzazioni sanitarie e per la somministrazione di alimenti e bevande ) necessita di due permessi specifici: l'autorizzazione amministrativa rilasciata dalla Polizia Amministrativa del comune di competenza e l'agibilità, un requisito di conformità concesso dopo debito sopralluogo dalla Commissione Comunale di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli. Senza contare il rapporto continuativo con la SIAE, incaricata di vigilare sull'osservanza da parte del locale al regolamento per la trasmissione di musica nei luoghi pubblici.
Questi spettacoli non si possono fare nemmeno "per scherzo", una volta: occorre la licenza. Se poi, come abbiamo rilevato, agli spettacoli partecipano anche minorenni, i conduttori e gli spogliarellisti rischiamo denunce per favoreggiamento e atti osceni.
Le partecipate, ed API in particolar modo, sono certamente in grande difficoltà, e l'apporto di capitali freschi può essere una panacea di alcuni mali, ma... usare i locali della collettività per adescare i ragazzini (e ce ne sono molti in questo posto) con spettacoli erotici e farlo diventare il covo di amene attività di scambio di "chimica" da banco ci sembra veramente eccessivo!
Immagini dall'8 marzo...
La decadenza la si legge anche nei commenti degli ignari visitatori che hanno avuto la sfortuna di capitarci per caso: "Nella lunga attesa per il secondo nella saletta si è scatenata la follia alcolica degna di un film di Tarantino, con bicchieri che volavano nel tavolo in fondo sala, ragazzini forse maggiorenni che rimettevano sul tavolo e ovviamente tutto il trambusto che va ben oltre il festeggiamento - si legge in alcuni dei commenti su Tripadvisor -  Ovviamente lo staff nulla ha fatto per contenere la situazione che andava degenerando, a parte il continuare a servire alcolici a dei ragazzini. Disgraziatamente ho avuto l'esigenza di andare in bagno, anche li altre scene trash di ragazzini che vomitavano e di persone affacendate in situazioni losche non curanti degli altri avventori, anche in questa situazione direzione del ristorante totalmente assente".
Un vero delirio che andrebbe immediatamente interrotto.
Sul tema è intervenuto Francesco Barbera, consigliere comunale: "Che si tratti di un'indecenza non è nemmeno il caso di dirlo. Abbiamo fatto immediatamente un esposto ai Carabinieri e alla Polizia Locale al fine di verificare i fatti che vengono riportati e chiediamo seduta stante il ritiro della concessione da parte di Api ai conduttori. Che facciano quelle schifezze in un locale privato!".
Anche noi riteniamo che tali intrattenimenti - nei limiti del legale - possano e debbano trovare spazio, ma certamente non approfittando delle "possibilità" offerte dal Comune.
Chi è il concessionario? Il solito amico? Quanto pagano di affitto? Hanno le licenze per quelle liceità? Etc.
RF

4 commenti:

  1. Inseriamo un commento tratto da FB:" ecco i soliti moralisti , ma da quando tempo siete sul territorio ? fatevi un giro e vi renderete conto che l'imperial no ha nulla di scandaloso ..... vi dico solo le zone gratosoglio , pavese, assago , bucinasco . ( tutti in zona ma non ve ne siete mai accorti ) sono tutti locali dove la gente va per divertirsi , locali dove ognuno sceglie la forma e il modo di divertirsi . in quanto al valore della ricorrenza , vi faccio una domanda , quale festa o ricorrenza viene ricordata per tale , e non per busines ? percio fate meno i moralisti o se proprio non riuscite a fare a meno fatelo a 360 gradi e non solo per scopi e interessi propri"
    Chiaramente non ha letto il post.
    Il problema non sono i modi o il tipo di locale (ce ne fossero di regolari), ma il fatto che viene realizzato un "business" in locali di proprietà comunale, che, normalmente, dovrebbero esser destinati ad altro :-)

    RispondiElimina
  2. Sig. Masini buongiorno, terzo tempo è moroso, non sta versando niente nelle casse di API, stanno facendo business con i soldi dei cittadini, senza contare il buco, come ha già ricordato lei, della coccinella, soldi rubati ai cittadini di Rozzano, ho già fatto notare a chi di dovere questa situazione ma sembra che non gli importi niente a nessuno.

    Cordialità

    RispondiElimina
  3. Ma questo IMPRRIAL da chi è' rappresentato? Chi sono i titolari?
    Ed ancora con quale contratto sono subentrati e firmato da chi? Dal liquidatore?
    I consiglieri farebbero bene a recarsi presso l'ufficio commercio per visionare il tutto. Poi chiedere ad Api in liquidazione sulla scorta di quale contratto ha concesso in locazione l'immobile.
    Qui non si tratta di fare del moralismo, ma Rozzano aveva bisogno di luogo LUDICO? Quei locali forse sarebbero serviti per altri scopi istituzionali, non avremmo nemmeno pagato le tasse ( ex ICI attuale IMU) mentre avendo lo affittato prima alla Cocinella ( forse senza gara) che ha lasciato PUFFI lunghi
    Almeno dieci scalini ed oltre . Bisognerebbe chiedere ai Dirigenti ex responsabili oltre al Direttore Generale Gianotti (stipendio 148 mila euro) nominato senza avere i poteri per farlo. Suvvia ci sarà' pure qualche magistrato,
    Etc ed altri che si porranno delle domande, o no???????????
    Joseph dimenticavo, Bellini,Gambato se ci siete battete un colpo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In primis sarebbe utile che chi scrive queste cose se è certo di tutto quello che afferma , facesse una denuncia alla magistratura.
      Diversamente visto che tutti sono capaci di lanciare la pietra e nascondere la mano , scappa da sorridere anche per l'uso della lingua italiana in questo messaggio .Si evince il livello culturale di chi commenta questi post usa le doppie e compra qualche vocale magari qualcuno riesce a comprendere cosa hai scritto.

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.