sabato 14 marzo 2015

"SQUOLA". Già in essere da tempo la riforma. La premialità selettiva con fondi comunali

Con l'ausilio del consiglio comunale e del bilancio cittadino la Luini ha già anticipato la riforma della scuola. Rozzano anticipatrice delle scelte governative?
In attesa dei meccanismi previsti dal DDL "buona scuola", dove viene inserita una cifra aggiuntiva sul merito che sarà il dirigente a gestire scegliendo le modalità con le quali dividere i premi, i presidi (una in particolare) hanno provveduto da tempo a premiare con scranni in consiglio i collaboratori  e i la responsabili di plesso, e con progetti ad alto profilo economico alcuni professori.
Speriamo che il Parlamento approvi, così magari la città risparmia qualche euro... oh no?!?
La meritocrazia nella scuola era necessaria da tempo. La scuola dovrebbe rappresentare la massima espressione della nostra propensione culturale, ma era soggetta all'appiattimento economico e clientelare che non era l'ideale per un Paese che dice da anni, decenni, di voler investire nello sviluppo di questi settori.

Il problema è che la scuola è stata spesso utilizzata come bacino elettorale o di lobby, con tutte le conseguenze del caso, anche locali, recentemente denunciate su RF.
Se una preside è stata, ed è, estremamente attiva "politicamente" in modo diretto ed indiretto nel territorio sul quale insiste la "sua" scuola, ella impone ed imporrà una distorsione sulle prestazioni del corpo docente, premiandolo (come accade) in modo selettivo, con i nuovi fondi disponibili e con il supporto specifico dell'amministrazione dei discendenti, gli insegnanti "disponibili".
Si configura così, con il noto pregresso, ciò che tutti non avrebbero auspicato: il possibile uso distorto di un potere aggiuntivo nell'influenza locale da parte di chi, invece di far politica in un territorio sganciato dalle sue competenze/influenze personali, pratica con pervicacia l'anomalia.
Ma Piacenza è troppo lontana?
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.