mercoledì 11 febbraio 2015

POLITICA. Forza Italia ha un nuovo consigliere: Antonino Grillo

Con deposito alla segreteria del Tar lo scorso 2 febbraio, e udienza il 29 gennaio, i giudici amministrativi si sono espressi favorevolmente al ricorso dell'oggi consigliere Antonino Grillo nei riguardi delle operazioni di voto svoltesi lo scorso 25 maggio.
A seguito di questa sentenza, Grillo subentra ad Agostino Gagliardi, che diventa il primo dei non eletti.
La sentenza è alquanto articolata, perché ha portato al riconteggio totale delle schede elettorali.
I due contendenti, a seguito dello scrutinio, ottennero entrambi 48 voti di preferenza, ma Gagliardi fu proclamato eletto a seguito dell'ordine in lista.
Poichè Grillo si diceva certo di alcune preferenze che avrebbero dovuto essergli state espresse in certi seggi e controversie nelle verifiche, ha adito al Tribunale amministrativo.

Immagine dal consiglio 2007
A. Grillo e O. Bersi
Ecco che, lo scorso novembre i giudici hanno chiesto la verifica ed il riconteggio, poi effettuata dalla Prefettura.
Tra le "chicche", viene citato il ritrovamento di una scheda con la preferenza al Movimento 5 Stelle in una delle buste delle schede nulle e numerosi voti per Grillo o Grillo Beppe (!) in schede con voti espresse per liste diverse, a rimarcare un voto apparentemente disgiunto.
Si son così trovati altri 3 voti per Antonino Grillo che entra così in consiglio comunale.
"Grillo darà un ottimo contributo in consiglio - ci dice Agostino Gagliardi. Ma la cosa che non risulta nella sentenza del giudice è che, per le schede non utili ai fini del nuovo conteggio, son comparse moltissime irregolarità, che fanno dubitare della bontà complessiva del lavoro dei presidenti di seggio. Sarà stato lo stesso nelle tornate amministrative precedenti?".
Grillo fu già in consiglio comunale tra il 2004 ed il 2009.
Benvenuto!
RF



4 commenti:

  1. I presidenti di seggio! Ognuno interpretava "pro domo loro" la legge.
    Che bello, ed interessante,riprendere e verificare ricontrollare tutte le schede.
    Chissà' quante sorprese!
    Chissà' quante sorprese!
    Auguri di buon lavoro al nuovo consigliere.
    Ne manca uno al l'appello, storico per impegno e passione politica, ha scelto un sentiero tortuoso, purtroppo.

    RispondiElimina
  2. Il ricorso al TAR costa sicuramente. Che interesse può avere avuto il Grillo "non Beppe" a spendere quattrini quando i consiglieri comunali non percepiscono nessun emolumento tranne che per la partecipazione alle Commissioni che non si fanno quasi mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha fatto ricorso magari solo per il puntiglio e/o perchè a conoscenza dei giochini fatti durante lo spoglio. Per esperienze personali posso affermare che se il presidente non è ben consapevole del ruolo e profondamente onesto di animo i trucchi per manomettere il volere degli elettore ci sono e si possono fare con il beneplacito di chi chiude un occhio o tutt'e due.

      Elimina
  3. Epsidane, bene ha fatto il Consigliere a fare ricorso, attendiamo il suo sulla questione commercio a Rozzano, non le dice nulla la famosa " CABINA DI REGIA?
    Ci dica! Stendiamo un velo pietoso!
    Un Commerciante incazzato!

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.