lunedì 9 febbraio 2015

GOSSIP. Rimosso un SUV per Strabismo congenito sul codice della strada

Ostruzione pedonale pubblica
"Lei non sa chi sono io!", diceva il politico al vigile Alberto Sordi nell'esercizio delle sue funzioni.
Sembrava proprio una scena da film quella descrittaci dai cittadini di via De Grada. Il Decaduto, già più volte nel passato strafottente delle regole del codice della strada (CdS), probabilmente segnalato da qualcuno che ne aveva piene le cosiddette della sua volgare e costante prevaricazione, si è visto rimuovere l'auto di grossa taglia dalla vigilanza urbana, per ostruzione impropria della sede stradale.
Sono state numerose le foto "segnaletiche" che abbiamo ricevuto del suo spregio del CdS, sia per l'ostruzione dei box al di sotto della sua abitazione (ostruzione veicolare privata), sia per il parcheggio sulle strisce pedonali (ostruzione pedonale pubblica) o davanti all'accesso carrabile della loro stessa rimessa comune.
Avvedutosi della rimozione in corso, sembra che abbia fatto una bella piazzata alla pugliese, che ha molto incuriosito!!!
Non sarà un problema per il comando della vigilanza occuparsi "come si conviene" della questione, o avere qualche fornitore gentilmente prestarsi a risolverla, ma resta il fatto che anche nelle piccole cose si vede il segno dell'eleganza e del rispetto.

Ostruzione veicolare in privato
Insomma, il penitente, viaggiatore in quel di Assisi per omaggiare il "poverello", non ne ha colto lo spirito. Egli (Francesco) disse: "Non ferire o umiliare i nostri fratelli è il nostro primo dovere verso di loro, ma non è sufficiente fermarsi lì. Abbiamo una missione più alta: essere loro di servizio dovunque ne abbiano necessità". Così, per citare il citato citante.
Spesso e volentieri ricordiamo con un sorriso il Carosello… chi si ricorda di Cimabue a cui veniva sempre cantata la canzoncina :"Cimabue, Cimabue fai una cosa ne sbagli due!" e lui rispondeva: "ma che cagnara, sbagliando s’impara!!!"… lo adoravo quel fraticello, e D'Avolio è sicuramente cresciuto con quella cantilena nella quale pensava di non potersi mai riconoscere!
RF






P.S: ricordiamocelo insieme:



18 commenti:

  1. Aspettiamoci sul prossimo Vivadavolio l'articolo di fondo del nuovo direttore donna che spiegherà come con la rimozione del SUV sia in atto un piano per denigrare / calunniare quel paladino del verde (ora in Regione: vedi pag 9 di vivadavolio di dicembre 2014) dopo che da sindaco ha fatto di tutto (e anche qualche cosa di più) perchè fosse approvato uno dei peggiori PGT che si potesse proporre a Rozzano con il quale scomparirà oltre un milione di m2 di verde agricolo.

    RispondiElimina
  2. Innanzitutto cosa hai contro i pugliesi?? Secondo, perché non pubblichi le foto di tutti coloro che fanno le infrazioni a Rozzano Milano e dintorni?? PAURA Ehhhhh????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nulla contro i pugliesi, immaginiamoci! Solo che il Decaduto è pugliese. Fosse stato veneto avrebbe fatto la piazzata in veneto!
      Ecco qui uno dei post che spesso vengono fatti per segnalare poca attenzione al CdS:
      LINK

      Elimina
  3. Chieda scusa ai pugliesi!!!

    ripeto il commento del link di riferimento... Perché non va nei cortili dei palazzi aler con tanto di targa come ha fatto qui???

    RispondiElimina
  4. Scusi Masini fare un articolo per un divieto di sosta, parlando poi di chiesa e di origini mi sembra proprio che lei vuole avere un occhio di riguardo solo per certe persone .
    Abbia cose più interessanti da pubblicare , tipo Aler via lillà 6 mesi senza antenna condominiale e aler se ne sbatte.
    Lei non pubblica mai attacchi ad Aler 6000 allogi all'interno di rozzano e perde tempo dietro a vicende personali di divieto di sosta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pubblichiamo di tutto, Aler e relative questioni comprese.
      Se ha informazioni specifiche da segnalare e sulle quali crede sia il caso di sollevare l'attenzione, può scrivere a imanageme@googlemail.com
      Sulla scelta degli articoli, se vuole sapere solo le cose belle, c'è il giornale stampato con il SUO contributo e quello delle cooperative che lo finanziano RidiRozzano.
      Ciò che pubblichiamo è per noi interessante perchè riguarda, prevalentemente, come vengono spesi i soldi pubblici comunali.
      Se ha altre necessità o fonti... veda sopra.

      Elimina
    2. Salve visto che lei parla di soldi pubblici comunali spesi , la ritengo una persona in grado di intendere e volere , mi sottolinea nel suo post ove si evince che qui c'è spreco di soldi della comunità?????.
      Quindi come risposta mi sembra poco sensata.......è ancora nelle sue facoltà mentali o annebbiato dal numero di targa???
      Masini spero torni ad avere la piena facoltà delle sue risposte

      Elimina
  5. Lasci perdere il pretestuoso oltraggio ai pugliesi! Le rispondo allo stesso modo con il quale mi risposero i vigili quando mi sorpresero alla guida con il telefonino e mi fecero la meritata multa: " da qualcuno dobbiamo pure iniziare"...o avrebbe preferito che il suo amico D'avolio venisse toccato per ultimo?

    RispondiElimina
  6. Chi si mette a disposizione della collettività per amministrare la cosa pubblica deve essere il primo a dare l'esempio. Il rispetto delle regole deve partire da chi ha il dovere di farle rispettare. Se un condomino ci lascia la macchina nel cortile e ci impedisce di uscire dal nostro box ci arrabbiamo e chi usa le strisce pedonali per parcheggiare commette un grave abuso aggravato, in questo caso, dalla carica istituzionale che ha ricoperto a Rozzano e che ricopre ora in Regione Lombardia. Bene hanno fatto i vigili a rimuovere l'auto e benissimo Marco Masini a raccontarci questa storia miserevole di un personaggio che non rispetta regole e persone

    RispondiElimina
  7. Mi stupisco solo che i vigili abbiano rimosso l'auto del loro "capo" ...

    RispondiElimina
  8. Mi permetto da pugliese di replicare ai Pugliesi offesi dal suo puntuale, come sempre, articolo. Guardi oltre e continui! Per l'offeso (guai a toccare come dice lei il Decaduto) cito alcune frasi in dialetto , le dedico all'illustre trasgressore:
    HA PIGGHIATE U CAPE ABBASCE:
    ARTICULE QUINDE,CHI TENE MMANE HA VINDE;
    A CHI SI TU E CHI SO IJE? IJE SO SINDACO, SO CONSIGLIERE REGIONALE, SO TUTTO!; .....SI, MA ..NEN FACENNE U CAPUZZILLE.
    L'azione consumata dall'ex primo cittadino è deplorevole! Come dire, tanto io posso fare quello che voglio. Dovrebbe dare il buon esempio, che giustificazione da a suo figlio? prima ancora di giustificarsi con la cittadinanza? Che arroganza, che straffottenza, che maleducazione!
    Speriamo che almeno che paghi la multa. Forse no! infatti non si tratta di un comune mortale Rozzanese, e sì cari signori pugliesi e non, trattsi di D'Avolio.

    RispondiElimina
  9. Bene hanno fatto i vigili, complimenti, ma ora bisogna vedere se pagherà la multa come ogni comune mortale.

    RispondiElimina
  10. Quanta arroganza , e questo sarebbe un comportamento di chi dovrebbe dare il buon esempio?
    Ma la corenza egregio D'Avolio, non alberga nei suoi comportamenti arroganti,la coerenza non è di per sé una virtù, lei D'Avolio ha oltrepassato anche il senso del ridicolo con il suo comportamento, ed oltrepassare il senso del ridicolo è invece un pericolo reale, stante l'occorso, e la trasgressione, se questo è l'approccio che ha con il senso civico, con il dovere di rispettare le regole, il che la dice lunga sulla persona che ha amministrato Rozzano per un decennio. I fatti in corso lo dimostreranno.
    Ovviamente i cittadini si attendono di vedere sul suo giornale, pagato anche con i soldi dei Rozzanesi, le fotocopie delle sanzioni puntualmente pagate.
    Oppure raiteizzate.Ma suo figlio, si sarà chiesto e le avrà chiesto: papà, a scuola mi insegnano di rispettare le regole, perchè tu non lo fai? Dimenticavo la risposta scontata: fiflio mio io sono D'Avolio, non lo dimenticare mai.
    Che tristezza, quando dovrà riprendere il figlio magari per una marachella,
    la risposta è semplice. Da che pulpito viene la predica! Ripeto che tristezza
    ed a quali punti puo' giungere una persona invasata dal potere e dall'agiatezza.

    RispondiElimina
  11. Poi , rivolgendosi ai vigili disse: " ALLORA ADESSO DOVETE SANZIONARE TUTTE LE VETTURE DI ROZZANO IN DIVIETO DI SOSTA ! INIZIANDO DA QUESTA VIA" e ancora :"ANDATE A LAVORARE". altro che tristezza! oserei dire che ingratitudine,vendicarsi indicando i veicoli di quei cittadini che le hanno permesso di diventare il primo cittadino! Complimenti. A quando le prossime elezioni?

    RispondiElimina
  12. E' ragionevole ritenere che Masini non intendesse riferirsi agli abitanti e/o originari di quella regione geografica .............

    RispondiElimina
  13. "Ciò che pubblichiamo è per noi interessante perchè riguarda, prevalentemente, come vengono spesi i soldi pubblici comunali."Cito le sue parole all'interno di un post e mi chiedo cosa centra una multa di un cittadino con i soldi pubblici=????
    Poi mi sembra utile informarla che i numeri di tarda di auto private nelle foto per rispetto della privacy vanno oscurati .
    Con questo credo che questo post sia esclusivamente di cattivo gusto e che non abbia niente a che vedere con i soldi pubblici Masini non faccia il moralizzatore.

    RispondiElimina
  14. Essere personaggi pubblici non è un obbligo nè lo ha prescritto il dottore.
    E' una scelta di vita quella di mettersi "in pubblico".
    Se si ha intenzione di rimanere nell'anonimato non dando nell'occhio, come un qualsiasi cittadinoi che non ha inteso essere "personaggio pubblico" ci si comporta di conseguenza.

    RispondiElimina
  15. Salve
    vorrei rispondere ad anonimo con post del 15 febbraio 15.43, leggo sopra il suo commento che il sig masini in un post parla di soldi pubblici spesi per questo c'è il post.
    Qui di soldi pubblici spesi non ve ne sono anzi forse sono incassati dei soldi , visto che le multe sono pagate al Comune
    Quindi quello che scrive lei è condivisibile in parte , visto che qui non si evince da nessuna parte spreco di soldi della comunità.
    Masini mi sembra che quello che lei a scritto centri ben poco in questo caso , sullo sperpero di soldi....anzi qui il comune dovrebbe incassarne.
    Condivido il fatto che le targhe delle macchine vadano oscurate , sa non penso che se pubblicassero la sua macchina e la sua targa lei non si sentirebbe violato nella sua pravacy come giusto .
    Credo sia una buona notizia incassare soldi per il pubblico , dia un senso diverso al post penso sia più corretto

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.