domenica 22 febbraio 2015

CONDANNE. Assolto l'ex segretario comunale rozzanese per le vicende a Buccinasco

Nel processo d'appello al sindaco di Buccinasco Loris Cereda, oltre alla riduzione della sua condanna per le tangenti legate agli appalti della nettezza urbana e per il cambio di destinazione d'uso di alcune aree, c'è stata l'assoluzione dei tre co-imputati che, in primo grado, erano stati condannati, tra i quali c'era l'ex segretario comunale rozzanese Giovanni Sagaria.
Cereda era stato condannato in primo grado a quattro anni e tre mesi. Ora l'appello ha portato la condanna a tre anni e sei mesi di reclusione. Due le accuse all'ex sindaco: nel 2010 avrebbe ricevuto una tangente di 7 mila euro in cambio della convenzione tra il comune e la Sodibelco per un'area verde, che sarebbe stata convertita in parcheggio. Più elevata (25 mila euro) la tangente che Cereda avrebbe ricevuto per rinnovare il contratto alla Aimeri Ambiente per i servizi di igiene urbana, e per di più gli sarebbero state mese a disposizione due Ferrari ed una Bentley.
La corte d'appello ha confermato l'accusa di corruzione ma ha assolto Cereda da turbativa d'asta e falso in atto pubblico perché il fatto non sussiste. Da qui l'assoluzione per Sagaria.

Giovanni Sagaria è oggi segretario comunale a Noviglio e Morimondo, i comuni che prima usufruivano dei suoi servizi a tempo parziale, lavorando prevalentemente a Rozzano.
Lo strascico delle vicende giudiziarie del dirigente non si esaurisce qui, visto che quanto comminato dalla Corte dei Conti in quel di Rho per le dazioni a pioggia di premi ai dirigenti sottoposti, è stato reiterato a Rozzano negli anni della sua gestione, con le stesse esatte modalità portate all'attenzione della stessa Corte.
Vedremo il seguito. Per ora una buona notizia.
RF


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.