martedì 20 gennaio 2015

SCUOLA. A Valleambrosia genitori e insegnanti contro la "verticalizzazione"

Scelte scolastiche poco trasparenti
"Qui a Valle non si era mai vista, ed ora compare a portarci incertezza, o forse guai!". Il sarcastico commento di un genitore alla fine dell'incontro tra l'Amministrazione e i genitori del plesso di via Alberelle.
Venerdì scorso si è tenuto in incontro speciale su richiesta dei genitori del plesso di Valleambrosia preoccupati per il percorso formativo dei figli a seguito della riorganizzazione scolastica che ha visto confluire la loro scuola nel comprensivo di via Orchidee, e non nel più geograficamente e storicamente naturale di Quinto Stampi.
La proposta di riorganizzazione dei plessi e dei corsi/sezioni è stata fatta dal Comune, con una scelta di cui l'Amministrazione si è fatta carico per evitare che la Regione intervenisse d'impero: "Il nuovo piano di dimensionamento scolastico è frutto del lavoro svolto dalla giunta con i dirigenti scolastici del comune di Rozzano" ha detto l'assessore e vice sindaco Stefania Busnari. "Speriamo di far diventare il presidio più attrattivo". Ma questa non è sembrato un auspicio condiviso dai docenti e nemmeno dai genitori.

Con un classico approccio top-down lo scorso 15 novembre, dopo la comunicazione al collegio docenti il 13, due giorni prima, il Comune di Rozzano ha licenziato il progetto di ri-formulazione dei distretti scolastici, con una delibera della Giunta che, a detta di molti dei partecipanti all'incontro, è stata mal formulata.
"Chiediamo di non fasciarsi la testa" dice ancora Stefania Busnari. "Comunque si fosse intervenuti si avrebbero avuti problemi".
Anche il sindaco Agogliati si è espressa in favore di questa scelta, che, a suo dire "non spreca risorse pubbliche" ed è stata fatta "seguendo i criteri legati ai bacini di utenza definiti anche negli standard urbanistici".
"Non ho mai condiviso il percorso di creazione di questa scuola. Abbiamo lavorato 14 anni per farla crescere" ha detto il presidente del consiglio di istituto Guido Goretti. "L'intento unitario con la sede principale di Quinto è sempre trasparso, ed i risultati in termini didattici ci stavano dando ragione".
La scuola di Valleambrosia, invece di esser stata accorpata, come era, con l'istituto di Quinto Stampi, è stata collegata (didatticamente) alle medie di via Orchidee.
"Un controsenso. La continuità didattica non è un problema di muri. Il progetto didattico in via Alberelle è stato in piedi grazie ad un gruppo di insegnanti che son rimasti in questa scuola", ha sostenuto più di un docente durante l'incontro."I professori scelgono dove insegnare sulla base di un programma didattico (il POF) oggi non esistente e della disponibilità fisica di aule e sezioni prossime, per evitare il pendolarismo nel corso della giornata che risulta vessatorio per insegnanti e studenti".
"Da un insegnante mi aspetto un intervento chiarificatore", ha detto poi Busnari, facendo intendere che non apprezzava le esternazioni non controllate.
A Valleambrosia vi sono due sezioni. "Dovremo cercar di impegnarci per far si che alla scuola venga riconosciuta una terza sezione", ha detto una delle docenti apparse più in sintonia con l'amministrazione.
Anche il prof. Ricucci, fratello di Rita Ricucci, in Cda di Ama, è intervenuto a supporto del sindaco e dell'assessore dando degli ignoranti ai genitori: "Voi non conoscete i meccanismi complessi delle normative scolastiche!", poi rincalzato dal preside di Quinto, Maggio, che ha sottolineato come "il comune di Rozzano, con i presidi, ha fato molta "resistenza passiva" al processo".....
Insomma, una serata tesa che mostra due aspetti: il primo che la scelta della nuova organizzazione scolastica locale non ha soddisfatto ("ma se la faceva la Regione poteva andare peggio!", ha chiosato Agogliati), ed inoltre che si è trattato di una scelta fatta in ritardo e non condivisa con i docenti, che si ritrovano spaccati nel giudizio.
A pensar male, qualcuno ha sottolineato come la dirigente Pinardi sia stata la vera deus ex machina che ha guidato il tutto, con il supporto del Maggio...
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.