giovedì 15 gennaio 2015

ALER. Parte il piano di vendite straordinario: un’opportunità per gli inquilini e per chi cerca casa?

L'Aler di Rozzano
Milano 15/01/2015 - Da oggi prende avvio il piano vendite straordinario di Aler Milano, previsto nell’ambito del programma di risanamento aziendale approvato dalla Regione Lombardia.
Il progetto, particolarmente rilevante e ambizioso, si propone di realizzare la vendita di circa 10mila alloggi, di edilizia residenziale pubblica e non, ubicati nei cosiddetti condomini “misti” che sono unità immobiliari di proprietà di Aler e anche di privati, ai quali – nel tempo – alcuni appartamenti sono stati venduti dall’Azienda.
A tal riguardo, l'ufficio stampa di Aler rende noto che : "Il carattere “misto” del condominio genera per Aler spese condominiali a volte più elevate di quelle gestite direttamente e non programmabili per l’Azienda, spesso presente solo in minoranza nelle assemblee. La vendita perciò ha un duplice vantaggio: da un lato realizzare introiti preziosi per Aler, dall’altro ridurre i costi uscendo da condomini più “costosi” rispetto alla gestione diretta".
Le abitazioni saranno poste in vendita secondo due modalità distinte: alloggi assegnati proposti direttamente agli inquilini e alloggi liberi da acquistare attraverso l’asta.
Saranno quasi 9mila gli appartamenti (prima asta 18 febbraio) offerti ai residenti, a condizioni estremamente vantaggiose, con sconti che – come previsto dalla legge – si aggirano intorno al 44% rispetto al valore di mercato. Inoltre in questo caso sono previste ulteriori misure incentivanti per procedere all’acquisto: per gli inquilini in area di protezione (la più bassa a livello reddituale) è garantito il pagamento delle spese notarili a carico dell’Azienda, grazie ad un stanziamento condiviso con Regione Lombardia.
Sarà possibile anche l’acquisto di unità immobiliari non residenziali e commerciali (prima asta 29 gennaio): negozi, uffici, seminterrati e box.
"Il piano vendite straordinario rappresenta per Aler un’opportunità per utilizzare risorse utili per investimenti straordinari, per la riqualificazione ambientale e generale del patrimonio e – soprattutto – per il recupero e quindi per la fruizione di alloggi attualmente liberi" dicono dagli uffici di viale Romagna.
Il presidente di Aler Milano, Gian Valerio Lombardi, ha commentato: “Il piano vendite straordinario rappresenta il primo e importante passo che consentirà il concreto avvio del risanamento aziendale. Con le attività del piano, Aler, non solo percepirà risorse da reimpiegare utilmente nelle attività di manutenzione, alleggerirà i costi di gestione attraverso l’estinzione dei condomini misti e, infine, offrirà l’importante e significativa occasione ai residenti Aler e a tutti i cittadini di diventare proprietari a condizioni particolarmente agevolate”.
Con tutto questo po' po' di roba che entra sul mercato si ottengono benefici e malefici: si riparla di diritto alla casa, si da una boccata di ossigeno ad Aler (ma non si risolvono ancora i problemi di Aler-MI), ma si annienta il valore immobiliare di molti piccoli proprietari che subiranno una svalutazione pesante del loro investimento, già devastato dalla crisi e dalle tasse sempre e solo crescenti.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.