mercoledì 28 gennaio 2015

ALER. "Non pagate!". I sindacati ricordano ai cittadini gli impegni dell'ente e dell'amministrazione...

La ex centrale Aler CSI
Con l'affissione di un volantino nei portoni dei condomini del quartiere Aler, i sindacati degli inquilini, Uniat, Per Tutti Insieme e Sunia, ricordano ad Aler stessa, all'Amministrazione e alle controparti gli impegni assunti oltre un anno fa in occasione della prima stangata sulle spese e sul teleriscaldamento in particolare.
Dopo una vertenza che portò anche ad un confronto fisico in aula consiliare, ci fu la restituzione parziale del sovrappiù richiesto. Il prezzo al metro quadro tornò alla cifra (esagerata) precedente di 18€/mq circa, rispetto ai 22€/mq richiesti.
Al di là di un valore comunque alto, che non trova riscontro né nella precedente gestione Aler (con CSI, che fatturava circa 16€/mq), né nelle situazioni analoghe come  Gratosoglio, a 11,5€/mq, nessuno si aspettava la riproposizione di 22€/mq...
"E' stata una vera e propria sorpresa" ci dice il segretario regionale SUNIA Stefano Chiappelli. "Dopo la vertenza dello scorso anno non ci si aspettava una mossa simile. Abbiamo subito mandato una lettera al sindaco di Rozzano e al direttore generale Aler a firma Sunia e Uniat, chiedendo un incontro. Ci hanno dato disponibilità immediata ed attendiamo una data per l'incontro".

Alla domanda se ci fosse stato un qualche avviso relativamente a questo aumento, Chiappelli è stato caustico: "nessun segnale. Ma d'altronde... siamo in Italia!".
Come sappiamo, il contratto di servizio di Ama prevede una tariffa fissa e variabile in aumento ogni anno per quattro anni (siamo al terzo), e quindi, se non si fossero ottenuti i risparmi energetici dovuti alla ristrutturazione della rete sarebbe stato inevitabile il ripercuotersi sulle bollette dei cittadini.
"Stiamo impegnandoci nel render ancor più nota questa situazione" dice il consigliere del M5S Gianluca Palmeri. "Lo scandalo è a monte. Il contratto tra Aler e Ama deve esser modificato e devono esser resi noti a tutti i dettagli dei consumi".
Il volantino dei sindacati inquilini
(foto by G. Palmeri)
Ebbene. Sappiamo che gli investimenti per la riqualificazione languono, e, alla resa dei conti, sembrerebbe che, nonostante i gradi giorno somministrati (gradi giorno efficaci) per la stagione 2013-14 siano stati meno dei 2404 di riferimento normativo (per l'eccezionalità della scorsa stagione invernale, particolarmente calda), i risparmi non abbiano compensato la mancata efficienza.
Inoltre, non si capisce se, a seguito delle affermazioni del sindaco ("Ama ha fatturato ad Aler un milione in meno rispetto all'anno scorso"), Aler abbia comunque proceduto ad innalzare il prezzo per compensare qualche altra inefficienza finanziaria.
Insomma, un rebus che dovrà andare a dipanarsi, almeno per gli inquilini, nei prossimi giorni.
Anche il capogruppo di FI Gianni Ferretti è sul piede di guerra: "Non rimarremo passivi a guardare l'inerzia di questa amministrazione - commenta. Ogni cosa si palesa solo con i problemi che ne derivano. E' ora di finirla"
Nel frattempo attendiamo la trasparenza di Ama, che, per mettersi al riparo dalle critiche, dovrebbe fornire i dati di fatturazione e l'andamento dei MWh erogati.
RF

6 commenti:

  1. la scorsa stagione, più calda del solito, ha consentito un risparmio sul riscaldamento in tutti gli edifici. Si rende indispensabile un controllo dei consumi e delle eventuali dispersioni del teleriscaldamento. AMA deve dare conto della sua gestione. Sembra di parlare con i muri che forse rispondono se interrogati

    RispondiElimina
  2. Esatto,la rationstantutta neimcontrollimdei consumi. Ma come controllare i consumi? Suvvia non prendiamoci per i fondelli. In alcuni appartamenti Aler registriamo per tutta la giornata e tutta la notte l'erogazione del calore, media calore per appartamentom25,27!gradi in altri appartamenti devono accendere le stufate. È' serio? Parliamo di centraline? Stendiamo un velo pietoso.
    Parliamo di pianificazione, no! Siamo sempre in balia dei soliti scaricabarile.
    Quanto ha fatturatomAma? Questa vicenda e' una Sceneggiata, una delle peggiori apparse sulle scene teatrali del nostro Comune! È gli attori?
    È pensare che in comune e' presente con un ufficio un esponente di spicco di Aler. A proposito non vi siete mai recati in Comune? La temperatura ai piani bassi e' alle stelle! Ma per favore si riuniscano una volta per tutte, nascondiamo le chiavi, ed aspettiamo fiduciosi in un comunicato serio.

    RispondiElimina
  3. Sono cifre incredibili. Abito in un'edifico in classe G, di 7 piani fuori terra di medie dimensioni, utilizziamo da oltre dieci anni il metano, contabilizzato in proprio. La gestione/manutenzione è affidata ad una ditta competente e qualificata, con contratto forfettario. Il mio costo a m2 è di circa 13,00 euro
    Ma come fanno a chiedere certe cifre ? Lungi da me ( e da noi) collegarci al sistema del teleriscaldamento come avanzato da qualcuno !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo i cittadini del q.re Alboreto pagano cifre ragionevoli, sebbene allacciati al TLR di Ama. Ciò è dovuto al fatto che possono programmare il consumo con una distribuzione controllata per appartamento.
      All'Aler, per soddisfare tutte le fasce d'età (in particolare gli anziani che stanno a casa tutto il giorno), c'è un periodo di accensione giornaliero molto esteso. L'impossibile controllo singolare e una particolare incapacità gestionale (definiamola così...) fanno il resto.

      Elimina
    2. Ma nn c'è una normativa che fissa in 14 ore / giorno max il riscaldamento negli edifici di Milano e zona limitrofa (Rozzano incluso) non è più come ante anni '70 / 80 quando ognuno faceva quello che gli pareva. Cos'è la storia che vogliono agevolare gli anziani ? ma mi facciano il piacere ! L'erogazione continua è dovuta alla mancanza di manutenzione e quindi del mal funzionamento delle cosiddette centraline.

      Elimina
    3. Si intendeva proprio quello, rispetto alla possibile gestione risparmiosa della "caldaietta".Grazie della precisazione

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.