mercoledì 12 novembre 2014

STRADE. Manutenzione non fa rima con decoro. I pericoli si annidano nelle buche

Via Ariosto, a Ponte Sesto
Ebbene si, a quanto pare, a parte qualche risicato rammendo, le strade rozzanesi continuano a restare praticabili con difficoltà, soprattutto quelle di "periferia". Quelle del centro lo sono per colpa dei cantieri come quello del 15.
Quando le situazioni diventano problematiche, si arriva a tenere in strada, in mezzo alla strada, un separatore di plastica o cancellate.
In via Ariosto a Ponte Sesto, ad esempio, è da oltre un mese che una piccola voragine invece d'esser riparata, diventa elemento utile per le ginkane degli automobilisti.
O ancora, nei pressi del cavalcavia di via Curiel, in prossimità del Fiordaliso, le pozze d'acqua sono ormai perenni, tanto che qualche buontempone l'ha appellato "il lago dei kart".

Ma la situazione, anche a Quinto dè Stampi non è migliore, anche se l'assessore ai lavori pubblici Marco Ercoli, lavora proprio li.
Una mappatura dei principali problemi e gli impegni per la soluzione dovrebbe essere un impegno quotidiano, e, ogni tanto, da riportare nell'apposita commissione, dove i consiglieri, ognuno per il proprio "luogo d'origine" potrebbe rendicontare ai cittadini in sinergia con l'amministrazione.
Ancora dobbiamo rilevare a quale valore strutturale il sindaco aveva associato la parola "decoro" nell'elenco dei suoi impegni per i 100 giorni....
RF

1 commento:

  1. quando segnali qualcosa all'Amministrazione ti rispondono sempre che devono rispettare il patto di stabilità. Non hanno più soldi in cassa e moltissimi debiti. Chi dovrà pagare?

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.