venerdì 14 novembre 2014

COMUNICAZIONE. Clientela istituzionale: Agogliati ritiene lecito dare contributi solo a ViviRozzano (D'Avolio)

Nell'ultimo consiglio comunale di mercoledì scorso, commentando l'ordine del giorno del M5S che chiedeva di interrompere la pubblicità delle partecipate e controllate su stampa privata (leggasi ViviRozzano, ndr), ma di utilizzare la stampa istituzionale di Tutto Rozzano, la sindaca, invece di usare argomenti istituzionali, ha argomentato con: "la scelta dipende dalla volontà di Ama (cioè la sua e delle persone da lei scelte), e, siccome Tutto Rozzano ha un taglio culturale, non è adeguato ad informare sui servizi di Ama". Come a dire, siccome ViviRozzano è edito dalla cooperativa dei D'Avolio (dove, almeno sino al 2012 erano soci l'assessore La Guardia, il consigliere Bernasconi, il dirigente di Ama Gianfranco Sgambato (che se la suonava e se la cantava) la moglie dell'ex sindaco Laura Tesse, e presidente la socia della Tesse, Gabriella Riffaldi) non posso togliergli i contributi.... pena: mah!
"Ama deve comunicare alla città i suoi servizi, rispettando l'economicità di questa attività" ha detto Barbara Agogliati. Già, ma non individua il mezzo con una gara pubblica, ma da i contributi a ViviRozzano, quella roba suddetta....
La conclusione del suo intervento è un palese esempio di CLIENTELA ISTITUZIONALE: "Invito i componenti della maggioranza a non dare un voto positivo alla mozione", che censurava la dazione a ViviRozzano.

Centinaia di migliaia di euro sono volati dalle casse pubbliche (di Ama e controllate) alla Laura Tesse/Pd in questi anni.
Anche i soci della cooperativa sono fittizi. Abbiamo ricevuto informazioni che alcuni di loro sono stati addirittura defenestrati con false lettere di dimissioni. Si trattava, infatti, di lavoratori mascherati che, senza scrupoli, i Coniugi e i loro accoliti hanno allontanato con atti realmente illegali, già denunciati alle autorità.
Insomma, un vero e proprio illecito a cielo aperto che la neo sindaca ha inteso reiterare pubblicamente, nonostante venga relegata nelle pagine interne, mentre il Decaduto continua a campeggiare in prima pagina ed in quelle interne con grande profusione di inchiostri...
RF

2 commenti:

  1. Povera sindaca , solo una foto interna e una intervista di aria fritta !
    Nel nostro palazzo viene buttato almeno il 60 70 % del ridirozzano viviadavolio

    RispondiElimina
  2. E' penoso vedere come la nostra sindaca, "ospite di facciata" del foglio davoliano, prenda le difese di chi, per un qualsiasi tornaconto, la brucerebbe dall'oggi al domani.
    Fa quasi tenerezza...

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.