venerdì 19 settembre 2014

CULTURA. La cultura da dopolavoro. Rozzano step-back?

La cultura rozzanese si rilancia con il versamento di 83mila euro ad Ama per i servizi culturali (di cui non è dato sapersi come son stati spesi) e con un paio di gite dopolavoristiche a Torino e Merano.
Un vero cambio strategico nello sviluppo culturale della città!
La determina di spesa degli 83mila euro è un capolavoro. Siccome a febbraio si era detto che ad Ama si sarebbero corrisposti dei denari per i servizi culturali (quali? Nessun programma è stato posto in delibera), si ritiene oggi che, a fronte del nulla, "occorre prevedere un'integrazione di 83mila euro per coprire il pagamento dei servizi erogati nel terzo trimestre"... Il terzo trimestre è da luglio a settembre, tre mesi, evidentemente, pieni di attività.
Ama è la cultura a Rozzano per definizione e senza dettagli.
Sul fronte del dopolavoro, è stato fatto un bando per la selezione di un operatore per il servizio di trasporto dei cittadini interessati alle città di Torino (il 27 settembre) e Merano (29 novembre) su iniziativa dell'assessorato alla cultura.
Viaggio in pullman, guida turistica e assicurazione, il tutto per 29,00€ verso Torino e 21,50€ a Merano.
Le prenotazioni in Biblioteca, presso la Cascina Grande.
Questa iniziativa non è pubblicizzata sul sito del Comune, ma su quello della Cascina. Si tratta di una iniziativa per pochi intimi o, come detto nella determina dirigenziale, è aperta alla cittadinanza?
Ma, il vero tema è: l'assessorato alla Cultura si occupa di questo? Stefania Busnari, neo assessore alla partita, deve almeno aggiornare l'agenda delle proposte.
Nel programma di governo della coalizione che ha vinto, a quella voce si dice che si vuole "[...] più benessere e maggiori opportunità di sviluppo". Si parla di marketing territoriale, di Cascina Grande, corsi e musica.... Non troviamo la voce "gite turistiche".
"Rozzano è stata una città ricca di iniziative" ci racconta Giuseppe Foglia, storico politico cittadino. "Mi viene in mente, ad esempio, la promozione delle produzioni di cortometraggi, che ha visto la partecipazione di Fabrizio Maddalena, de "i teatrabili", poi vincitore di premi nazionali, a cavallo tra gli anni 80 e 90, con partecipanti da tutta Italia. Erano attività che partivano da suggerimenti locali e che poi venivano valorizzate dall'amministrazione...".
Ancora Foglia: "Numerosi i nomi che hanno valorizzato la cultura nazionale provenienti da Rozzano, ma Rozzano, in realtà, esporta cervelli, non li trattiene: non ci sono luoghi per mettere assieme esperienze ed eccellenze, lo si fa altrove, nella metropoli. Non ci sono laboratori di ricerca. I molti laureati "espatriano", e, se anche ogni tanto capitano occasioni di crescita locale, si preferisce "valorizzare" le clientele basso scolarizzate...".
Abbiamo segnalato nel bilancio di Ama come gli investimenti in ricerca e sviluppo siano assolutamente pari allo zero, tanto come esemplificazione.

Per i cittadini interessati, i riferimenti della Cascina:
Informazioni: tel 028925931
Ed ecco i riferimenti dell'agenzia organizzatrice:
Pavese Viaggi
Via C.Pavese, 28 - fraz. Moirago
20080 Zibido San Giacomo (MI)
Tel: 02/90003157 - Fax: 0290004779
E-mail: zibido@lemarmotte.it
RF



"Come Joe Pesci", di F. Maddalena


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.