mercoledì 13 agosto 2014

AZIENDE. Scandaloso: ecco i regali per la fedeltà. I cda di Ama Sport e Sfera

Qualcosa la puoi anche riciclare, ma alcune cose continuano
a non servire a nulla!
Le due società inutili del comune di Rozzano, Ama Sport e Sfera, poltronifici per trombati ed ex, si son dimostrati tali.
Stante la super procura di Gianfranco Sgambato, l'inutilità dei cda e la nullità delle personalità (per qualità e competenze amministrative e manageriali negli ambiti specifici) lì espresse, Rozzano, grazie al sindaco Davogliati, si ritrova a regalare 20mila euro di prebende a sei figuri dei quali si poteva fare tranquillamente a meno in quel ruolo.
Nell'assemblea dei soci di Ama del 29 luglio scorso si son definiti i nuovi Cda, ancora una volta con grande riguardo ai curriculum ed alle competenze.
Ama Sport ritrova l'ex consigliere comunale Carucci Angelo, quello del decreto sindacale contra lege sulle chiusure domenicali e del lunedì dei parrucchieri di Rozzano (ma non del Fiordaliso!) alla sua presidenza, e verrà ringraziato con 5mila euro all'anno. 2 mila e cinquecento euro cadauno a Rebuscini Barbara (alla quale forse piace il nuoto), mallamaciana alle primarie, e Romanelli Luigi per sedergli accanto negli inutili cda di un'azienda da un milione di euro di fatturato. Carucci fu già consigliere di Ama Sport, e di lui non è rimasta traccia allora e dubitiamo che ne lascerà nel futuro.
Sfera srl, magico contenitore delle farmacie comunali in vendita, vedrà l'ex assessore Liliana Pugliese come presidente, anche lei con il regalo di 5 mila euro, a sottolineare l'impegno del papà (vigile in aspettativa di pensione, ma non pubblico ufficiale per sua ammissione) nella lista Uniti per Rozzano che non ha eletto consiglieri. Passa così da una parte del banco (era impiegata di Sfera) all'altra, per soddisfare gli equilibri politici, ma non certamente delle competenze, visto che di lei si sa solo che ha una laurea "specifica" ma... parteciperà a quelle poche riunioni a cui sarà chiamata o farà come da assessore, dove ha intascato lo stipendio per oltre otto mesi senza mai farsi vedere in Giunta? Non se ne conoscono la voce e le opinioni. 
Al suo fianco, nelle poltrone del cda delle farmacie colui il quale ci consente di calcolare il valore del "trasformismo": dal Pdl al Pd, o vicinanze, Mauro Caraccini, per ben 2mila e cinquecento euro siede ora in questo ambito scranno. Inoltre, last but not least, Matteo Basile (89 voti di preferenza), classe '86, bancario e candidato della lista di Caraccini e Pietro Moro.
Insomma, un bel pieno di inutilità.
RF

1 commento:

  1. Ma la domanda ė...la super procura del maestro di ginnastica napoletano Gianfranco sgambato quanto costa a noi rozzanesi?

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.