mercoledì 16 luglio 2014

REGIONE. Lombardia: anche Aler nel via libera all'Assestamento di Bilancio 2014. Investimenti per 262 mln

La Commissione Bilancio del Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra, il bilancio di assestamento del 2014. L'Aula si esprimerà in materia nelle sedute del 28-29 luglio prossimi.
Nuovi investimenti per 262 milioni di euro, provvedimenti per il sostegno alle imprese e contrasto alla violenza sulle donne. Sono queste alcune delle principali misure contenute nel documento di Assestamento al Bilancio 2014-2016 approvato oggi a maggioranza (PD, Movimento 5 Stelle e Patto Civico hanno votato contro) dalla Commissione Bilancio alla presenza dell'Assessore all'Economia Massimo Garavaglia. "Nonostante le difficoltà economiche, abbiamo approvato un provvedimento concreto - ha detto il relatore Alessandro Colucci, Presidente della Commissione Bilancio - pieno di cose concrete. Niente chiacchiere. Ma in stile lombardo pragmatismo e concretezza. Siamo riusciti a trovare risorse per lo sviluppo del territorio, delle imprese dei cittadini. I fondi arrivano da economie, risparmi e migliore utilizzo delle risorse".
Per Enrico Brambilla del PD "la valutazione è negativa. I  tempi che abbiamo avuto a disposizione per approfondire la manovra sono stati infatti ristrettissimi, nel merito poi presenteremo specifici emendamenti perché a nostro avviso ci sono risorse che potrebbero essere meglio utilizzate. Chiediamo maggiori approfondimenti sulla cessione del ramo d'azienda di Finlombarda dedicato allo sviluppo delle politiche energetiche regionali".

Previsti il finanziamento per il collegamento ferroviario fra i due terminal dell'aeroporto di Malpensa. Mentre la crisi porta a registrare minori introiti dai tributari regionali: per il bollo auto in particolare '«nel 2014 il mancato introito è stimato in 22 milioni, che salgono a 27 l'anno prossimo e a 32 nel 2016». 
Confermata intanto l'inaugurazione della Brebemi il prossimo 23 luglio alle 11, a cinque anni esatti dall'inizio dei lavori. L'autostrada è stata definita dal Governatore Maroni, «un'altra eccellenza lombarda, oltre che un'operazione veramente innovativa poiché si tratta del primo progetto autostradale italiano finanziato in project financing e premiato a livello europeo», servirà a favorire l'economia di queste aree, la mobilità dei cittadini e anche dei turisti che verranno in Italia il prossimo anno in occasione di Expo 2015.
Ci saranno oltre 100 milioni per le infrastrutture e il territorio, di cui 66 milioni per recupero e riqualificazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica; 31 milioni per il collegamento ferroviario T1-T2 di Malpensa; 3,5 milioni per la riduzione del bollo dei ciclomotori (misura già operativa e che vale per tutto l'anno); 2 milioni per le bonifiche; 1,5 milioni per le reti di monitoraggio della Protezione civile. Per l'area economica sono stati stanziati 27 milioni per gli Accordi di programma; 66 milioni nel biennio 2014-2016 per la riqualificazione degli alloggi Aler; 10 milioni per aumentare il patrimonio di Finlombarda spa, che "grazie all'effetto leva, diventeranno nuove risorse per le imprese".
Il Pd ha votato contro all’assestamento di bilancio presentato oggi in Commissione attività produttive. Bocciate le politiche del lavoro.
A proposito di quest'ultima partita, in relazione al capitolo “Contributi per il sostegno agli accordi di solidarietà in attuazione della legge regionale 21/2013”, sono previsti 2 milioni di euro, solo per il 2014, che verranno prelevati dalle restituzioni delle somme non utilizzate da parte dei gestori di attività di rilevanza regionale e per la promozione dell’eccellenza. “La Giunta ha disatteso l’impegno del Consiglio regionale derivante dal nostro ordine del giorno approvato all’unanimità durante la seduta per l’approvazione della legge relativa alle misure a favore dei contratti e degli accordi di solidarietà: i risparmi derivanti dai minori impegni sui contratti dei dirigenti regionali, così come disposto dalla manovra finanziaria regionale 2014, vengono finalizzati non all’incremento del fondo relativo ai contratti di solidarietà, ma è previsto che confluiscano in un fondo costituito presso Finlombarda e dedicato al sostegno delle micro, piccole e medie imprese che operano in Regione Lombardia e con criteri e modalità stabiliti dalla Giunta. Inaccettabile: così si crea solo una guerra tra poveri. Anche perché, per dare una spinta all’industria lombarda sono stati appostati solo 355 milioni di euro, ovvero l’1,3% dell’intero bilancio regionale. Come possiamo pretendere di contribuire in modo serio ed efficace a tentare di fare ripartire uno dei quattro motori d’Europa e a dare un minimo di speranza al tessuto imprenditoriale lombardo?” attacca il consigliere Pd Onorio Rosati.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.