giovedì 26 giugno 2014

TRIBUTI. Danno erariale per tassazione abusiva e taglieggio. I rozzanesi i più vessati in Italia

Il rifiuto è esso stesso o la politica?
Con la determina dirigenziale 1363 del 13 giugno (Reg. Gen. Atti dirigenziali) il Comune di Rozzano certifica un atto di vessazione nei confronti dei cittadini rozzanesi.
Ben 3 milioni e 506 mila euro son già stati impegnati su Ama per un servizio che non svolge, ed altri 4 milioni e 436 mila vengono impegnati nel resto dell'anno.
Risulta poi l'incredibile "copertura dei costi amministrativi": 748mila euro!!!!
Si tratta, nel caso di quest'ultima voce, della semplice attività di passacarte per un servizio che svolge Area Sud. Il 10% circa del valore complessivo di un appalto estremamente sovrastimato per via del taglieggio improprio che Ama applica come contro valore commerciale di un'attività non dovuta.
Si configura un danno erariale, per il quale il M5S sta elaborando la denuncia alla Corte dei Conti. Infatti, la domanda sorge spontanea: ma i dirigenti che firmano queste carte non si pongono alcuna domanda?
Diranno: "...esiste una delibera del consiglio comunale ed un contratto di servizio del 2000 (!!!!) che assegna l'appalto ad Ama". Ecco perché, Gianluca Palmeri, portavoce del Movimento 5 Stelle, incalza: "Ma i dirigenti prendono lo stipendio per lavorare e pensare o solo per arrivare a fine mese? Ecco il punto, ed ecco perché, lecitamente, si parla di danno erariale. Le condizioni son cambiate e loro fanno finta di non saperlo. Lo stesso servizio, infatti, il Comune di Cologno Monzese (47mila abitanti!) lo compra direttamente da Area Sud per 4,5 milioni".

Media costi specifici annui pro-capite di rifiuto urbano
totale (2009). Fonte dati: ISPRA - applicazione 41mila abitanti
Il tutto, come già spiegammo, deriva da un appalto che nasce quando ancora non c'era Area Sud Milano, che, per il servizio al Comune di Rozzano, fattura ad Ama la metà circa.
La volontà nel non fare una gara ad evidenza pubblica nasce dalla necessità, probabilmente, di alimentare l'apparato clientelare e nepotistico di Ama che mantiene personale per servizi inefficienti e non necessari.
Se applicassimo i valori medi pro capite per il nord, il centro ed il sud agli abitanti di Rozzano, ci ritroveremmo, comunque ed al netto di una gara, a valori decisamente più bassi, addirittura rinunciando (ma non vogliamo, vero? Ndr) alla raccolta differenziata (vedi tabella).
Cosa si aspetta a far ciò che ogni altro Comune cliente di Area Sud  realizza, una gara dove ottenere il miglior vantaggio economico e di qualità del servizio?
Questo passaggio vale circa 75 euro ad abitante, compresi i lattanti.
Altro che gli 80 euro di Renzi: se ci fosse volontà politica e voglia di legalità pubblica si partirebbe da qui.
RF

3 commenti:

  1. Bella figura....

    http://www.comune.rozzano.mi.it/index.php/archivio-news/485-luglio-2014/2043-tari-nessuna-sanzione-per-i-pagamenti-entro-il-31-luglio-2014.html

    RispondiElimina
  2. Ma insomma con tutto quello che succede, e tutte le notizie documentate che lei Ing. Masini pubblica, non interviene proprio nessuno Magistratura-Finanza- per porre fine a questo malgoverno?

    RispondiElimina
  3. Questo paese è un grande merdaio; negli ultimi anni, indistintamente, la quantità della materia organica è aumentata, altrimenti non si spiegherebbero i risultati elettorali occorsi nella città di Rozzano. Ma avete analizzato il livello culturale della giunta municipale e del consiglio comunale? siamo a livelli disastrosi, se penso che nessuno degli "eletti" conosce la nostra carta costituzionale ed i regolamenti di supporto all'attività amministrativa che si dovrebbe estrinsecare nella città. Comincerei dai consiglieri comunali per teminare l'esamino con il sindaco; al termine della prova, se nel nostro paese ci fosse un minimo senso del pudore, il consiglio comunale rimarrebbe senza membri, incluso il rappresentante di "sei Rozzano" (si scrive così ?) E' prevista lo scioglimento dei cosigli comunali per collusioni con il mondo della mafia, ma non per l'ignoranza, ,delle problematiche amministrative. Ma, di certo, farebbe felice gran parte degli elettori la consapevolezza di essere rappresentati ( io non li ho votati), da gente colta e per bene. Esempio, giusto per dire, avere la consapevolezza che in consiglio comunale non esistono problemi di incompatibilità,poichè nessuno dei membri potrebbe essere inviso per collusioni con parenti che trattano automezzi per lo spazzamento stradale; gestione o costruzione di immobili; costruzione di apparecchiature elettriche; gestione dei mercati, magari incassando il plateatico senza emettere fattura; manutentare gli immobili del patrimonio comunale; gestire piscine e quant'altro, tanto da potersi permettere il lusso di acquistare un aereo; non avere collusione con nessuno, ma essere capaci di prendere per culo i propri elettori; essere onesti ed intelligenti, ma essere attratti dall'illusione di poter imprimere una svolta alla necessità di cambiamento, che ha distrutto intere generazioni uscite dal Partito Comunista Italiano: mi riferisco alla Signora Imprenti: ma questa è un'altra storia.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.