sabato 24 maggio 2014

AZIENDE. Giunta: 1,5 milioni ad Ama 4 giorni prima del voto! Garanzie per i dipendenti?

Gli sportelli Ama in via Mimose
Con la delibera n. 113 del 21 maggio scorso, a soli 4 giorni dal voto amministrativo, la Giunta uscente (e non se ne vedeva l'ora!), ha deliberato il trasferimento di 1,5 milioni di euro ad Ama per un "prestito ponte" al fine di proseguire, dicono nella delibera, nella realizzazione delle opere del teleriscaldamento.
Il sospetto, forte, invece, è che non ci siano più soldi in cassa, e che, dunque, sarebbero stati traballanti anche gli stipendi e l'erogazione dei servizi.
"Un principio di semplice lealtà ed etica - dice Guido de Vecchi, candidato sindaco di Sel e 6Rozzano - avrebbe suggerito di attendere l'insediamento del nuovo consiglio. Non si capisce il perché di questa fretta e inopportuna azione".
La delibera, oltre ai dubbi di legittimità dovuti ai tempi, non specifica in alcun modo perché ci sia bisogno di questo "prestito ponte", né il vantaggio in termini di interessi e spese (si cita genericamente un "tasso legale").
Anche Gianluca Palmeri pone la questione in modo problematico "Si tratta, letteralmente di un attentato. A pochi giorni dalla loro fine hanno pensato bene di completare l'ultimo scempio economico, dopo il 15 dicembre 2013, quando hanno regalato altri 500 mila euro al teleriscaldamento, e chi abita nelle case Aler paga bollette salate". E Gianni Ferretti rincara: "Continuano a dare soldi ad Ama, senza far sapere alla città in quale stato si trova. Basta a deleghe in bianco: questi signori devono rispondere di tutto ciò. La mancata trasparenza ci sta portando sull'orlo del baratro".
Nel bilancio di previsione si era appostato un milione di euro per tale operazione, mentre, oggi, a soli due mesi dalla sua approvazione, Ama ne chiede 1,5 milioni. Le cose non vanno come dovrebbero. Ci sono chiaramente delle falle che non si riesce a chiudere.

Il contenzioso Imu con Aler, invece,sembra essersi risolto. Aler aveva impugnato la decisione di Rozzano di applicare una Imu ben al di sopra dello standard. Aler, dopo aver proposto ricorso, sollecitata dal Tribunale, sembra aver accettato una cifra di soluzione di 1,6 milioni di euro. Questi, a prescindere dal rientro del prestito di Ama, dovrebbe garantire la liquidità del Comune per il rispetto del patto di stabilità.
Sta di fatto che, come detto nella delibera di Giunta, si sono "assunti per l'urgenza i poteri del consiglio comunale" (art. 42, comma 4, TUEL, L. 267/2000)  salvo poi cercarne la ratifica entro i prossimi 60gg.
I lavori del teleriscaldamento potevano certamente iniziare, in attesa dei poco più di 30 giorni per l'insediamento del nuovo consiglio e della nuova Giunta, ma, si capisce alquanto bene, senza soldi in cassa i servizi e gli stipendi non si pagano. Di qui l'urgenza?
Altro elemento di pressione sui poveri impiegati della partecipata per costringerli ad un "voto utile", probabilmente.
L'analisi politica di Igino Gabriele è ancora più netta.
Intervento di Igino Gabriele alla chiusura della campagna di Sel
"Si tratta dell'ennesimo atto al limite del lecito tra i molti che hanno caratterizzato questa triste e insufficiente consiliatura. Mi sarei aspettato uno scatto di dignità del vice sindaco nel rispetto delle regole etiche nella gestione della cosa pubblica". E non solo. "Si potrebbe configurare un abuso di potere da parte della giunta comunale perché non si capisce in cosa consista l'urgenza, così come è successo in altri casi in cui alla presunta urgenza si è fatto seguito con atti d'altra natura. Ad approvare l'atto sarà un consiglio comunale diverso da questo: dov'è, dunque, la legittimità!".
Certo la questione è spinosa e, Igino Gabriele pone una domanda: "il prossimo consiglio, se non approva questo atto, cosa fa? Si tratta di una variazione di bilancio, dunque potrebbe cadere il consiglio stesso. La decisione potrebbe essere approvarla o cadere.... ".
Una grossa spada di Damocle sulla testa dei nuovi venuti.
La chiosa è feroce: "E' questo il concetto di democrazia di questa maggioranza a guida Pd? Cosa ne pensa il gruppo dirigente politico di quel partito? Ne è al corrente?"
A domani, e buon voto... cercando di esprimere quello di una città che ha capito in che mani siam finiti.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.