lunedì 12 maggio 2014

AMBIENTE. Un prato o un bosco non sono un parco se non c'è un cartello. Inaugurazione elettorale

L'inaugurazione...
Ieri mattina, è stato inaugurato un parco. Il Parco delle Rogge. Una vasta area verde (che lo era anche prima dell'inaugurazione e prima della sua indicazione a Parco, ecco il link 2012 di RF) a sud di Rozzano, che dovrà esser condivisa con una sessantina di migliaia di metri cubi di edilizia cooperativa. Ecco, al proposito, una nota del Comitato Occhi Aperti sulla vicenda.
Per marcare la distinzione tra l'esser finalmente un parco ed il non esserlo, è stata tagliata l'erba il giorno precedente (nell'area dell'inaugurazione) ed è stato apposto un bello striscione all'ingresso dell'area, proprio a ridosso degli orti comunali di via della cooperazione.
Del resto, gli alberi di Ersaf, e la relazione del funzionario Mambriani, ci son già stati propinati diverse volte, a partire dal 2010 (ecco il link da Il Giorno).
Una bella cerimonia con la banda (sempre ben accolta) ed il discorso dell'Amministratore in carica, il vice Sindaco Gaeta.

Alcuni dei ragazzini del CCR cooptati
Nota stonata la cooptazione di una parte dei ragazzini del CCR (ne mancavano molti non convocati, perchè, probabilmente, non figli di amici), a dichiarare il loro impegno (ma anche di quello degli altri) per il nascente parco. Lo veniamo a sapere a causa della lamentela riportataci da una delle bambine, rappresentante delle terze di uno dei plessi. L'uso distonico dei bimbi in questa campagna elettorale sembra una costante dell'Ammistrazione uscente...
Altro problema, le parole che vengono pronunciate dall'assessore Apuzzo, in piena campagna elettorale. Sebbene competente per delega, da quando ha deciso di correre per il Pd non avrebbe potuto esporsi. Ricorda, comunque, il divieto di caccia che fu emesso nel sett. 2012.
Forte la presenza delle forze politiche avverso il Pd e la sua coalizione. 6Rozzano, con il suo candidato sindaco Guido De Vecchi, Eriano, per l'Unione della Sinistra, insieme al presidente del consiglio uscente
Guido De Vecchi
Giovanni D'Errico e Pietro Forello. Le "biciclette testimonianza" del M5S. Insomma, una inaugurazione ricca di partecipazione, a cui però non è stata data parola.
Nei mesi scorsi ci fu l'appello di RF alla candidata Pd per un coinvolgimento nelle iniziative pubbliche degli altri candidati sindaco, caduto, come sempre, nel vuoto.
Cercando il Parco delle Rogge su google, si ottiene, come primo link, quello dell'intervento immobiliare di CMB (eccolo), che richiama tutt'altro che ala naturalità. A seguire il "Parco delle rogge" di Arconate, una vera oasi naturalistica di 513 ettari. Prevalentemente a superficie boschiva, le essenze prevalenti sono costituite da cedui misti, con prevalenza di Robinia (Pseudo-acacia), di Ciliegio tardivo (Prunus serotino), e con la presenza spontanea di Quercia Farnia e di qualche Olmo. Essenze che, a Rozzano, vengono considerate infestanti e, se possibile, eliminate.
Insomma: un invito alla fruizione del parco è stata l'unico motivo della giornata!
Bicicletta a 5 stelle
RF












Eriano ciclista osservato da
Occhi Aperti




3 commenti:

  1. Prendiamo atto del fatto che continua imperterrita la campagna
    elettorale dell'amministrazione uscente ...con l'inaugurazione del
    Parco delle Rogge , nonostante questo comporti una violazione della
    par condicio in campagna elettorale essendo il candidato del pd
    appartenente all'amministrazione che attualmente governa la città.
    Guarda caso il Parco delle Rogge è venuto pronto proprio a una
    settimana dal voto...come mai??!!! non è certo una coincidenza
    direi....
    Sarebbe bene che proprio chi ha governato la città fino ad oggi dia
    l'esempio alle altre forze politiche ma non è così.
    Magari la prossima settimana provvedono ad asfaltare le buche che ci
    sono nelle strade della città....

    Staremo a vedere....


    Capogruppo Lega Nord Rozzano
    Cristina Perazzolo
    ▶ Mostra testo citato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica devono sistemare solo le strade? Ci sono marciapiedi con buche e avvallamenti,tombini sprovvisti di botole e se ci sono in lamiera di ferro sono scoperchiate e arrugginite. Ma i ROZZANESI guardano queste cose? O sino bravi ad osannare chi ci ha promesso qualcosa?

      Elimina
    2. Concordo ho parlato di strade perchè sono a mio avviso l'evidenza maggiore ma potremmo allungare di parecchio l'elenco, aggiungendo ad es alcuni parcheggi dove io stessa stavo cadendo rischiando di rompermi una gamba...o ancora buchi e mattonelle saltate sulle strisce pedonali ..pensate se cade un anziano....non sono cose da trascurae direi...

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.