venerdì 23 maggio 2014

ALER. Sicurezza: una task force per contrastare l’abusivismo

G. V. Lombardi, presidente Aler (Newspress)
Riceviamo e volentieri integriamo con le nostre riflessioni e le cose di Rozzano, un interessante comunicato stampa dell'Aler Milano, dove, in sintesi, il presidente Lombardi afferma: “Torniamo ad azzerare le nuove occupazioni”.
Il tema, anche sul nostro territorio, è molto sentito. Ora è l'Aler che si mette in prima linea, nonostante il controllo spetti alle istituzioni territoriali. Nel corso dell'incontro con l'assessore Bulbarelli di qualche giorno fa, è stato comunicato che, dall'insediamento di Pisapia, le occupazioni - che in precedenza erano state ridotte sostanzialmente a zero - hanno cominciato a risalire. "Il cambio di clima politico ha influenzato questa tendenza" ha detto Fabio Altitonante.
Nell’ambito della riorganizzazione dei servizi aziendali, Aler Milano ha creato una task force, dedicata espressamente al contrasto dell’abusivismo, rinforzando e razionalizzando il lavoro del servizio ispettivo interno.
Prendendo atto delle continue situazioni di disordine e criticità che avvengono nei quartieri della città e che i cittadini, residenti regolari, subiscono insieme alla stessa Aler, in quanto proprietaria degli immobili, ho ritenuto indispensabile - nonostante le difficoltà finanziarie di cui purtroppo Aler tuttora soffre - contribuire con una risposta concreta all’attuazione del contrasto all’abusivismo”. Ha commentato il presidente Gian Valerio Lombardi.

L’Azienda ha istituito quindi una consistente task force con il compito di monitorare costantemente le zone, attraverso sopralluoghi e contatti con i residenti e i custodi degli stabili, per intervenire con immediatezza nel rilevare situazioni critiche, attivando in tempo reale l’intervento degli organi competenti, al fine di agevolarne il compito. La task force sarà pienamente operativa dal prossimo 1° giugno.
Sarà stato importante presidiare e controllare l'attività di questo gruppo, che immaginiamo sarà stato dotato di adeguati mezzi, uomini e denari per operare efficacemente.
Non basta un "tavolo" per fare lavoro!
Ha concluso Lombardi: “Chiederò ai responsabili degli enti territoriali e della pubblica sicurezza di concordare un modello condiviso ed efficace per contrastare le vecchie occupazioni abusive e prevenire le nuove occupazioni, con l’obbiettivo di bloccare, contenere ed estinguere il fenomeno delle nuove occupazioni, risultato che era stato già conseguito positivamente negli anni passati”.
Ad oggi, la Legge regionale 4 dicembre 2009, n. 27 – “Testo Unico delle leggi regionali in materia di edilizia residenziale pubblica”, al Capo I, art. 9 (competenze dei Comuni), sentenzia che "[...] Nell'ambito della gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sono conferite ai comuni tutte le funzioni amministrative
concernenti l'assegnazione degli alloggi, con particolare riferimento a [...] gestione delle riserve di alloggi, della decadenza, della revoca e della comminatoria di sanzioni amministrative in tema di occupazione e detenzione senza titolo".
Ecco perchè il nuovo assessore alla Casa rozzanese è avvisato: non potrà comportarsi come Liliana Pugliese, assessore rozzanese dell'attuale Amministrazione, uscente, che da più di otto mesi non presiede allo "sportello" (ma anche quando c'era era come se on ci fosse), ed ha lasciato senza coordinamento questa importante funzione. Come a dire, a chi si erge a paladino dei cittadini contro l'Aler: "ve ne lamentate e poi non presidiate la funzione.... ma che ce la racontate a fa?!?!".
Tra gli altri impegni, vi sarà l'essere presente a questo "tavolo di lavoro", per non mandare in buca le promesse elettorali. Il sostegno e l'adesione ai "tavoli" non si fa con zeppe di cartone!
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.