sabato 17 maggio 2014

ALER. "Cialtroni!" disse qualcuno. Ed aveva ragione....

Dequalificante e squallido. L'approccio alle tematiche Aler da parte della coalizione guidata dal Pd non può che esser riassunto nel modo con il quale qualcuno, ad inizio della campagna, li aveva apostrofati.
Dopo aver ricevuto il favore del direttore generale di Aler, dott.a Lorella Sossi, alla co-firma di una lettera con il vice sindaco Gaeta, dando, in modo distorto ed incompleto, atto di una presunta collaborazione tra Ama/Comune ed Aler nel ridurre le bollette del trimestre, la candidata Davogliati non trova niente di meglio che insultare l'ente e, di fatto, chi lo rappresenta!
Al contrario di qualche arrembante giornalista locale che mis-usa anche le foto di persone che non intendono essere rappresentate in modo acconcio per la sua parte (e poi viene redarguito), noi di RF usiamo FATTI documentati e concreti; ed ecco i documenti della vicenda relativa alla voce "riscaldamento" delle bollette Aler.
Come scritto da Piazza Foglia nel numero 1 di aprile, la voce riscaldamento crebbe del 45%. Si scatenò la protesta. Soluzione? L'ex amministratore-senza-alcun-potere-reale ma ancora comandante in capo delle truppe cammellate impose ai fidi procuratori di Ama (l'ing. Ancora e il fimante Sgambato) di fare lo "sconto" previsto a contratto ad Aler anche senza aver ottenuto la riduzione dei consumi prevista a fronte degli investimenti.

Con lettera del 9 aprile 2014 (prot. 552), Ama comunica che, senza sapere (ancora?!, ndr) quanto si è consumato nella stagione termica 2013/14, avrebbe applicato comunque lo sconto del 7% indicato in convenzione per dare ad Aler la possibilità di fatturare agli inquilini i 18€ al metro quadro poi comunicati, invece dei 22€ al metro quadro di cui alla stima effettuata a parità di consumi ma con le tariffe crescenti previste nel contratto. Ama, per "cautela contabile" (alla faccia degli inquilini) aveva previsto almeno 19€ al metro quadro, ma alla fine, su sollecitazione di ALER, sono rimasti a 18!
Nei suoi incontri pubblici, solo il candidato Gianni Ferretti aveva dato la giusta interpretazione, e la sua coalizione, forse grazie agli incontri con i rappresentanti e amministratori regionali che lo avevano informato, lo ha potuto mettere in piazza.
Anche Guido De Vecchi ha violentemente contestato l'azione: "qual'è il progetto che sta dietro ad un volantino del genere? Tutti siamo capaci di dire altro e trovare strade significative per farlo, condividendo problemi e speranze con gli abitanti ". E in termini progettuali, non si ferma. Come Ferretti indica la collaborazione con la Regione per la risoluzione dei problemi ("abbiamo già aperto un tavolo con l'assessore Bulbarelli per affrontare tutti i problemi in sinergia con la ristrutturazione dell'Aler e delle regole per l'Erp") , De Vecchi dice "noi siamo per un tavolo regionale e comunale sul tema, il sostegno alle autogestioni e la messa in campo di operatori sociali per lavorare sulle relazioni con gli abitanti promuovendo anche una partecipazione davanti a questo bene comune da tuelare!"
Insomma, alla Davogliati, "schiaffi" da destra e da sinistra!
Il lavoro di ricerca ed analisi di RF, ha comunque potuto permettere di capire i contorni della vicenda che, comunque, non si è ancora conclusa. Vedremo il consuntivo dei consumi (quando verrà comunicato) e quanto questo avrà pesato sulle casse di Ama.
Insomma, la querelle su Aler, che ha tante colpe ma a volte è solo connivente, non si deve esaurire con un volantino che sa di pura propaganda di bassissimo livello, molto MinCulPop ... Altro che Partito Democratico!
La mancanza di trasparenza e di informazione è una dannazione in questa città. Se non si ristabiliscono le regole che consentono a tutti di accedere alle informazioni relative alla gestione dell'ente e delle aziende non usciremo mai da questa perenne asimettria che sta impoverendo l'assetto sociale.
RF

1 commento:

  1. Finalmente online il piazza foglia

    Masini direttore wow....e non dici nulla?

    Andrea

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.