giovedì 22 maggio 2014

AFFARI. Agogliati. Spunta la società nel paradiso fiscale. Sempre più stranezze nel pedigree della candidata

Quando sei grande, quando giochi con i potenti, l'appetito vien mangiando e ti possono insegnare qualcosa. Se hai una famiglia molto numerosa, assicurarsi il futuro è fondamentale, e ti premuri di mettere in frigor (idiom by mr. Decaduto) derrate sufficienti.
La famiglia Agogliati, impegnata nella campagna elettorale di Rozzano, non sembrerebbe fare del patriottismo una bandiera, anzi, tutt'altro. L'attività degli Agogliati è, principalmente, quella legata al trasporto di prodotti petroliferi extra rete su gomma. Il colpo da maestro lo fecero entrando in società con i Gavio, nel 2002, conferendo il ramo d'azienda alla G and A spa ed acquisendo il 49% della società. Senza troppa fantasia nel nome, uno dei capostipiti, Romeo Agogliati, zio della "nostra" Barbara, è diventato anche presidente (dal novembre 2013) di una bella società con sede in Liechtestein: la G and A Schweiz AG!
Con 100mila franchi di capitale, ed insieme a due soci, la società sembra attiva, con un ultima modifica dello statuto al FUSC (l'equivalente svizzero della nostra camera di commercio) il 18 marzo scorso.
Romeo, azionista di riferimento della G and A spa insieme ai Gavio (tramite la società di famiglia Agogliati Giuseppe e Bernardo srl) ne è amministratore delegato, e il papà di Barbara, Pietro, marito di Danila Pinardi, ne è consigliere.
Insomma, senza troppi giri di parole, sembra abbastanza chiaro che si tratta della costruzione di una delle casseforti ("frigor") di famiglia.
Il Principato del Liechtenstein fa parte, contrariamente alla Svizzera, dello SEE (Spazio Economico Europeo, senza essere membro UE) partecipando e collaborando attivamente per una Europa Comune, ma mantenendo la sovranità fiscale assoluta, il segreto bancario assoluto. Con ciò si è assicurato un riconoscimento fondamentale con accesso al libero mercato europeo.
Detto ciò, è chiarito quanto sopra.
La G and A spa controlla altre società dove Romeo e familiari sono consiglieri con i Gavio. Il movimento merci sulle autostrade dello zio Antonio (oggi semplice consigliere comunale di maggioranza a Ferriere, il loro paese natale) è redditizio, e qualcuno deve pensare al futuro della famiglia.
La rampolla candidata, semplice socia dell'immobiliare di famiglia (Val d'Aveto srl), ha sicuramente accesso a fondi notevoli, che però, come abbiamo visto, e come spesso fanno molti , a partire da Paperon dè Paperoni (tirchio riccastro del mondo Disney), preferiscono usare parsimoniosamente i propri soldi.
Certo, si sa che la politica va finanziata, però ci si può anche scottare. In questo i soci di famiglia, i Gavio, ne sanno qualcosa. Con Penati sono ancora li a leccarsi le ferite e l'inchiesta è tutt'altro che archiviata.
Ecco perché, in questo caso, si è forse preferito scialacquare denari pubblici.
Da registrare che, sul Codice Etico della Società, vi è la postilla: "G and A osserva le regole di corretta, completa e trasparente contabilizzazione, secondo i criteri indicati dalle disposizioni legislative in materia e dai Principi Contabili attualmente vigenti". Già... Ma si sa, per il Pd di Rozzano i Codici Etici sono orpelli, semplici "mattoni" per fermare le porte, dunque anche la società di famiglia è compatibile!
Anche questo è un elemento che, a nostro parere, rende sempre meno presentabile (se ancora vi fossero per alcuno dei dubbi) la Davogliati: incompatibilità etico-familiari (a sua insaputa? Mah...).
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.