lunedì 28 aprile 2014

POLITICA. Una fine ingloriosa per l'amministrazione del Decaduto. Mancata approvazione del rendiconto 2013

L'aula comunale con i consiglieri di "maggioranza"
In perfetta continuità con la cialtroneria di cui abbiamo letto su alcuni volantini in questi giorni, la "maggioranza" che continua a reggere le tristi sorti del nostro Comune si è infranta sui numeri necessari per aprire il consiglio comunale che avrebbe dovuto approvare il Rendiconto di Gestione 2013.
Si tratta del documento che avrebbe dovuto certificare la chiusura dei conti 2013, e permettere la corretta gestione sulla base del bilancio di previsione 2014, approvato la scorsa volta con soli 15 consiglieri.
"Uno scandalo ed una sciatteria senza precedenti" commenta a caldo il capogruppo di Sel Igino Gabriele. "Si tratta della naturale conclusione di una maggioranza che non esiste da anni". Gabriele si riferisce alle numerose rovine abbandonate sulla strada di questi cinque anni, con scandali e dimissioni eclatanti che hanno segnato lo sfacelo politico istituzionale.

Capriglione, Ferretti e Gabriele
"Nemmeno con i voti dei due voltagabbana son riusciti ad approvare il rendiconto di gestione" gli fa eco Gianni Ferretti, capogruppo di Forza Italia e candidato sindaco per il centro destra.
Qualcuno aveva prospettato un finale di questo tipo, in particolare Anna Maria Licata, capolista di Rozzano e Libertà, una lista civica di supporto a Ferretti che si è costituita per l'attivo patrocinio di Domenico Anselmo. "Sospettavo che non avrebbero portato abbastanza consiglieri per raggiungere il numero legale. Dopo il pesante trattamento dell'ultimo consiglio comunale da parte di Masini Marco e Igino Gabriele non se la sono sentita di affrontare ancora l'arena!".
Anche il consigliere Ermanno Valli - oggi capolista di NCD - non ha mezze misure: "L'approvazione avrebbe comportato l'adozione di un documento che sarebbe filato dritto dritto alla Corte dei Conti. Il mancato corrispettivo di debiti e crediti tra Comune e partecipate era un segno tangibile dell'incapacità gestionale", che il consigliere Barbera bolla come una qualità che "non gli permetterebbe di amministrare nemmeno un condominio!".
Pubblico e polizia municipale 
Insomma, "forti" del fatto che il presidente dell'Anci, Piero Fassino, ha richiesto uno spostamento dell'approvazione del rendiconto al 30 giugno per un problema di contabilità degli esiti della verifica del gettito IMU 2013 e del Fondo di solidarietà comunale, pensano di evitare senza problemi le conseguenze della mancata approvazione del rendiconto, equiparata alla mancata approvazione del bilancio, con le conseguenze stabilite dall'art. 141, comma 2 del D.lgs. 267/2000.
Ragionando "in punta di diritto", e senza la forza politica dei numeri e delle idee, sono in attesa della conversione del DL 16/2014, attualmente in fase di conversione, all'esame della Camera dei Deputati, che, oltre a prevedere, nella legge di conversione, il rinvio del termine per l'approvazione del bilancio di previsione, fa riferimento a tali problematiche.
Insomma, una maggioranza che non c'è si eclissa e rimanda alla futura amministrazione l'approvazione di un bilancio fallimentare. Ma se ci sarà qualcun altro ad amministrare?
RF

2 commenti:

  1. Questa mancata approvazione è un sintomo chiaro di una giunta sconquassata. In ogni caso con l'approvazione o senza i conti dovranno essere passati al vaglio della Corte dei Conti perché con molta probabilità non tornano

    RispondiElimina
  2. LEGA NORD - COMUNICATO STAMPA
    La maggioranza è ormai al capolinea , non ha neanche i numeri per approvarsi l’ultimo rendiconto del 2013….questo ci stato dimostrato al consiglio comunale convocato ieri sera.
    Il dato politico è che ci troviamo di fronte a una maggioranza spaccata , non presente neanche per approvare uno dei punti più importanti dell’ultima annualità di governo….
    Questi sarebbero i presupposti per affrontare una campagna elettorale per le prossime amministrative?? !!
    Vedremo se il Consiglio Comunale sarà riconvocato.. intanto mi sembra chiaro il messaggio per i cittadini : è ora di cambiare bandiera !!! Non si può più essere governati da una maggioranza che non c’è!!

    Capogruppo Lega Nord Rozzano
    Cristina Perazzolo

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.