mercoledì 9 aprile 2014

Dopo il peggior consiglio comunale della storia di Rozzano, per i prossimi amministratori: i bigini per non arrivare impreparati alle e-Lezioni!

Teste di legno
Siamo nella fase di raccolta firme per le liste che intendono presentarsi alle prossime amministrative. Ognuna di esse contiene vecchi volponi o novizi che si presenteranno per la prima volta tra i banchi del servizio alla cittadinanza.
I cittadini ti eleggono ed ai cittadini devi esser capace di rispondere.
Credo di poter affermare che l'ultimo consiglio comunale sia stato il peggiore dal 1994 ad oggi, dal tempo cioè dal quale seguo le vicende della nostra città dal fronte della politica.
Mai trovato una maggioranza così insignificante ed insipida, incapace di argomentare, dibattere, di sostenere con la forza della propria ragione i provvedimenti che di volta in volta son stati adottati.
Ecco che, tra le altre cose, ritengo che una delle ragioni sia stata l'estrema ignoranza nelle materie e nelle cose dell'amministrazione pubblica.
Per aiutare i futuri amministratori che intenderanno contendersi e, successivamente, dibattere sulle questioni legate al governo della città e per tutti coloro i quali intenderanno proporsi per gestire le società pubbliche con lo scopo di dare una mano in tal senso, indichiamo alcuni materiali di studio per non arrivare impreparati all'appuntamento e non ridurre Rozzano in disgrazia.

Tanto per cominciare ecco un interessante testo della LUISS, su "LA DISCIPLINA DELLE FORME ASSOCIATIVE E LO SVILUPPO DELL’AUTONOMIA COMUNALE - RIASSUNTO".
Poi un must: il TUEL (Testo Unico degli Enti Locali), utile da leggiucchiare e sfogliare ogni tanto.
Non si può invece assolutamente prescindere da una lettura accurata della dispensa sulle nozioni di diritto penale con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione.
In materia di Economia delle Aziende Pubbliche, che essendo tali se mal gestite possono provocare gravi danni a tutti i cittadini, ecco alcune slide sui Principi, in forma molto breve di riassunto, ed un Corso Avanzato Economia delle Aziende Pubbliche: parte I, parte II, parte III, parte IV, parte V, parte VI.
Dopo di che "pillole" di Diritto, e dei buoni appunti di Istituzioni di Diritto Pubblico.
Ecco, con tutto questo i nostri futuri amministratori sapranno almeno dove mettere le mani, ed individuare il volante, conoscendo le "regole della strada", perchè le loro potenziali infrazioni ricadono sulla collettività...
Manca poco più di un mese alle prossime elezioni, e c'è giusto il tempo di studiare tutto quanto!
Se l'avessero fatto anche D'Avolio, Bellini and co. magari il nostro futuro non sarebbe compromesso....
RF

2 commenti:

  1. Non solo l'ultimo consiglio comunale lascerà un ombra idelebile nel campo politico/amministrativo della città, ma soprattutto i consiglieri delle ultime 2 legislature passeranno alla storia a causa della lora assoluta non curanza dei problemi. Non solo. Per scelte ponderate da parte di chi si è proclamato "padrone" dei sudditi che lo hanno sostenuto, la qualità intelletuale e politica, è completamente mancanta. Come potrà risollevarsi una città, se il gruppo dirigente eletto del popolo, non ha il minimo delle competenze necessarie per gestire la cosa pubblica? Un governo della città composto da soggetti poco competenti, e che si sorregge con le stampelle offerte !!! dall'opposizioni, potra mai dare un un contributo fattivo ad una società che avrebbe, invece, l'impellente necessità essere governata con trasparenza, obiettività e onestà? Quale impronta negativa, che lascerà il gruppo indirigente che è salito al potere nella precedente legislatura, passa attraverso la questione urbanistica, il sociale, la politica giovanile inesistente. Ma se uno dei massimi responsabili della cosa pubblica cittadina, crea un foglio per far vendere pubblicità alla propria consorte, che incassa decine di migliaia di euro, spacciandolo - tra l'altro - per un organo di informazione dell'ente pubblico, violando in tal modo anche la legge del conflitto di interessi, potrà mai lasciare una scia di sano modo di vivere? E i giovani, in cerca di un lavoro, travagliati dai problemi insiti in questa società che uccide l'uomo, in quale "mito" si specchieranno? cosa potranno chiedere ad un gruppo di politici, che dopo anni di permanenza in un consesso pubblico, valutati i pro e i contro, si dovranno render conto di non aver mai profferito una parola a favore della città, ma di aver sempre alzato la mano a comando, per difendere gli interessi retrivi del capo? No, dite ai giovani di abiurare questi personaggi, e di voltare pagina per salvaguardare il loro futuro. Un altro errore relativo alla scelta del gruppo dirigente, che dovrà guidere la città in un contesto di grossissime novità: Expo, ecc.., sarebbe deleterio e fatale. Rodrigo.

    RispondiElimina
  2. Ing. Masini, non riesco a verificare quanto scrivo, poichè il mio monitor del mio computer non me lo consente. rileggendo lo scritto sopra pubblicato, emerge la mancanza di incisi e qualche periodo non circoscritto in modo consono. Ritengo, comunque, di aver esternato il mio pensiero, indipendetemente dalle contraddizioni lessicali e grammaticali.
    Rodrigo

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.