sabato 29 marzo 2014

RINNOVABILI. Enel precetta la Regione sulle regole per il deflusso vitale d'acqua

Naviglio a Rozzano. Un subente la DMV!
Nella commissione Ambiente regionale dello scorso 13 marzo, dove, al solito, brillava per assenza il consigliere regionale rozzanese Massimo D'Avolio, è stata ascoltata Enel Energia in merito ad una questione di importanza vitale per la questione delle energie rinnovabili idriche e per la vita nei nostri corsi d'acqua. Hanno infatti affrontato le questioni relative al Progetto di Legge (PDL) n. 137, in particolare all'art. 14 che viene indicato come incongruo rispetto all'obiettivo di recepire le norme europee di cui si occupa il PDL nel suo complesso.
Sul tema del DMV, Deflusso Minimo Vitale dei corsi d'acqua, ENEL afferma che "si pone in contrasto con principi nazionali in una materia, quale quella dell’energia, che è comunque a legislazione concorrente".

Il DMV è un parametro che serve a garantire la sopravvivenza della fauna e flora irrigua, ed i prelievi per l'agricoltura, mantenendo in alveo una quantità di acqua sufficiente a tal scopo. Le captazioni idriche per la produzione di energia depauperano i fiumi, ma, ed era qui la questione, "quest’acqua che deve essere rilasciata a titolo di DMV è un’acqua sostanzialmente già concessa e frutto quindi già di una procedura competitiva", sostiene Enel. Con l'articolo 14 così come realizzato, "andremmo ad innestare un secondo livello di procedura competitiva su una procedura già competitiva di per sé."
C'è dunque un problema da affrontare di responsabilità nella garanzia del deflusso minimo vitale: Enel non ci sta acché il primo concessionario debba essere responsabile per altri a valle.
Il presidente della commissione, Luca Marsico, ha concluso dicendo che "la chiarezza non è mancata.
Ringrazio gli esperti Enel delle argomentazioni di cui ci hanno voluto rendere partecipi".
Sembra una questione posta seriamente, di cui la commissione Ambiente regionale dovrà tener conto.
Non D'Avolio.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.