lunedì 3 marzo 2014

La lunga corsa della D'Avogliati, mettendo la faccia... sui manifesti

I manifesti di Barbara Agogliati a Ponte Sesto
A ben tre mesi dalle elezioni il Pd già ricomincia, ad un mese dalle primarie, a impiastricciare la città con i faccioni elettorali modificati con Photoshop.
Non si fa in tempo a fargli rispondere a quelle poche domande che la città avrebbe voluto porgli (se voto Lei chi è cosa voto? Per chi o cosa voto? Con quali è quanti soldi ha fatto la campagna per le primarie? Quale coalizione? E le liste? ...) che riparte la macchina propagandistica per... un sindaco anomalo.
I mal di pancia nel Pd sono molti, così come nei loro "alleati", ma l'impostazione con primarie di partito, e non di coalizione, hanno drogato la proposta; tutti ventre a terra col candidato a prescindere.
Da un improbabile (ma significativo) #iostoconrozzano a un più improbabile (ma ancor più significativo) #noistiamoconrozzano.... Bene, vedremo le liste!
RF

2 commenti:

  1. Più che un sindaco anomalo la definirei un sindaco in provetta.

    RispondiElimina
  2. gia si prepara con la fascia...

    http://www.comune.rozzano.mi.it/index.php/archivio-news/467-marzo-2014/1924-rozzano-il-premio-isimbardi-alla-memoria-di-giuseppe-de-andreis-.html

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.