domenica 16 marzo 2014

Cinque parlamentari a cinque stelle e cinque sindaci da cinque comuni.... la cabala di Grillo

L'apertura della serata di Gianluca Palmeri
Ieri sera abbiamo avuto a Rozzano una tappa del Parlamentour, un'iniziativa dei parlamentari del M5S che porta in giro per l'Italia la loro esperienza sulle "cose segrete" del Parlamento italiano. Per far capire che, anche persone comuni, cittadini, possono far bene al Paese impegnandosi e mettendosi al servizio dei concittadini, raccontano dal di dentro le loro esperienze, spiegando che "sono prevalentemente degli incapaci tutti quelli che ci han governato sinora. Passano la maggior parte del tempo a far struscio e ad incontrare lobbisti, ed uno solo, lo sgobbone di turno, lavora per trenta!".
L'incontro è stato aperto da Gianluca Palmeri, candidato sindaco di Rozzano, che ha annunciato per il prossimo 21 marzo alle 21.00 la presentazione della lista M5S locale (che anticipiamo nel seguito), ed a seguire gli interventi di altri candidati dei comuni limitrofi.
Gianluca, ancora impacciato nel ruolo, ma motivato dalla carica di una sala quasi piena, ha poi passato la parola al mattatore Gennaro Amiranda, che, con un piglio più protagonista, ha moderato anche la successiva fase degli interventi e delle domande ai parlamentari.

All'arrivo dei deputati e senatori, dopo un tentativo di farli sedere al tavolo degli oratori standard, si è andati ad interloquire con i presenti da pari. Seduti sul bordo del palco, hanno discettato con i cittadini intervenuti sulle avventure dal Parlamento, Europa, molta Europa, aneddoti e regole (Fiscal Compact et al.).
Due le affermazioni che ci hanno più colpito, e che son state oggetto anche di domande.
La prima ha riguardato la necessità che il M5S ha intravisto di ritornare ad essere una comunità di cittadini, attiva e intraprendente, per non lasciar spazio agli affaristi. Mi è parso di ri-sentire l'adagio sulla "fatica della partecipazione" e la necessità di studiare del buon comunista post rivoluzione....
La seconda, la consapevolezza del ruolo da Caronte del movimento. La necessità di far tornare le istituzioni ai cittadini è il loro impegno primario. Il "tutti a casa" riferito all'attuale classe politica, vuole riassumersi nel "riconsegniamo le chiavi della cosa pubblica ai suoi proprietari": i cittadini. Infatti, dice Roberto Fico per tutti, il Movimento dovrà sciogliersi, dovrà naturalmente sciogliersi una volta raggiunto l'obiettivo.
Il M5S è un crogiolo di esperienze e portati ideologici che, su molti temi, vede contrasti, ma che, in virtù di quel progetto, ne capisce anche i limiti, ed intenderà restituire alle opportune forze di rappresentanza democratica della popolazione il cerino del Paese del futuro.
Le domande dei partecipanti in platea son state molto attente e puntuali alla ricerca della comprensione dei meccanismi europei e, i qualche caso, di risposte che il M5S non vuole dare, se non in virtù di consultazioni (anche referendarie) che consentano di adottare provvedimenti nella reale direzione scelta dalla maggioranza dei cittadini, e nel loro interesse, non in quello di pochi potenti e corrotti...
Una bella ed interessante serata con cittadini seduti in Parlamento.
"L'onestà tornerà di moda!"
RF

P.S. La lista dei candidati M5S per le amministrative rozzanesi:

  • Gennaro Amiranda
  • Simone D'Agnelli
  • Marco Berlinese
  • Valeria Mari
  • Francesco Serafini
  • Cristina Mariniello
  • Marco Del Gaizo
  • Roberto Andò
  • Carmela Arlotta
  • Claudio Morgigno
  • Cristiano Miceli
  • Giovanna Guarino
  • Giovanni Luigi Navicello
  • Maurizio Giuseppe Lazzarini
  • Vincenzo Amelio
  • Rosa Guastalla
  • Patrizia Mura
  • Antonio Adamo
  • Giuseppe Montalbano
  • Stefania Vicenzetto

2 commenti:

  1. Puntuale descrizione di una serata interessante ed anche divertente per i racconti dei parlamentari che non si sentono superiori a nessuno, ma che condividono un lavoro serio e determinato con gli altri concittadini. Sono molto credibili.

    RispondiElimina
  2. Non sentiamo piu quella lontananza e siamo felici per questa cosa..

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.