giovedì 13 febbraio 2014

Rozzano, lavoratori dell’Igiene Ambientale: UGL all’attacco

Rozzano, 7 febbraio 2014 - Sindacato lombardo dell’igiene ambientale sul piede di guerra. Su richiesta degli ex lavoratori Aimeri Ambiente, infatti, l’Ugl ha segnalato a Telecolor una situazione definita incresciosa ed imbarazzante. Per il sindacato, la società Aimeri Ambiente non ha versato le spettanze ai lavoratori a titolo di TFR ne tantomeno ha provveduto al pagamento delle finanziarie rispetto ai quali i lavoratori sono rimasti insolventi con conseguenze di inserimento come cattivi pagatori nelle banche dati, non potendo per tale motivo conseguire altri finanziamenti.
Il sindacato, in una nota diffusa agli organi di informazione, ha precisato che, nonostante le conciliazioni sottoscritte nel mese di luglio dello scorso anno, alla presenza dei legali, le conciliazioni stesse non sono state onorate. Questa situazione continua a ripetersi a tutti i lavoratori che chiudono il rapporto di lavoro per cessato appalto. L’ultima, in ordine in tempo, per i lavoratori del Comune di Rho che, dopo oltre un anno dalla cessazione dell’appalto, sono ancora in attesa delle loro spettanze, con conseguenze gravi sulle famiglie coinvolte.
Il settore dello smaltimento di rifiuti non gode di buona salute nel suo complesso. Dopo la crisi di iquidità di fine dicembre di Area Sud Milano, che ha portato ad una importante protesta di fronte agli uffici AMA, ed al successivo arresto di Colucci, socio di AMA in Area Sud, per le brutte vicende di corruzione e truffa legate a Santa Giulia ed altro, un'altra azienda con l'headquarter a Rozzano mostra crepe nella liquidità.
La mancanza di fondi nelle casse comunali comincia a rappresentarsi anche nei servizi primari alla collettività.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.