sabato 8 febbraio 2014

Proseguirà l'anomalia PD? D'Avogliati vince, Mallamaci incalza. Apuzzo out

RidiRozzano del mese dopo...
Una settimana basito per il risultato elettorale delle primarie PD. Ma è ora tempo di tornare a "combattere" per un Paese migliore, a dispetto dei risultati e di come essi sono stati ottenuti.
A questo proposito, ma solo per terminare e chiudere la parentesi relativa alla storia di questo scellerato confronto, reso tale con dovizia da una parte, riporto, ad onor di cronaca, le ultime news, per poi passare ad altro.
Il risultato in termini numerici è chiaro ed evidente, ma mostra, nella lettura di dettaglio, alcune interessanti sfumature.
Si trattava delle primarie di un partito. Al di là dei soliti roboanti annunci, si è registrata una partecipazione di circa 3500 persone, meno dei 4000 voti ottenuti dal Decaduto D'Avolio alle ultime regionali. Ciò significa che l'impegno ed il coinvolgimento è stato inferiore, anche perchè, e questa è una lettura possibile, al di là di chi avesse vinto (ma a patto che non l'avesse fatto il "grillino" Apuzzo, con una transizione troppo forte per un partito come il PD rozzanese), Egli avrebbe comunque potuto controllare il risultato. Di qua e di là della barricata abbiamo registrato, nel tempo, adesioni di vicinori del Decaduto, che gli avrebbero comunque consentito un continuum nel'azione. Meno "ficcante", certo, ma comunque adeguato.
Ha vinto D'Avogliati (o, per una lettura più trasparente, Agogliati/Pinardi in Sgambato).
In molti seggi, durante la giornata del voto, si sono visti girovagare con incedere perentorio, la coppia D'Avolio-Sgambato, a sovrintendere e certificare che, l'agogliante Barbara, era sotto stretta tutela. Mentre Apuzzo e Mallamaci giravano i seggi e incontravano le persone, "la mamma di due bambini, figlia e moglie di imprenditori e di una dirigente scolastica" (che, abbiamo sentito testimonianze, ha effettuato stalkeraggio telefonico a tutto il mondo scolastico, con qualcuno che ritiene l'abbia fatto utilizzando impropriamente dati personali a cui poteva accedere solo in virtù della sua veste di dirigente pubblico) non si faceva vedere granché in giro.
Una vittoria importante nei numeri, ma come è stata ottenuta?

Beh, come anticipato, la macchina delle partecipate ha fatto il suo dovere: l'effetto derivante dal richiamo all'osservanza di uno stretto patto di sangue per l'essere parte di quel mondo ha sortito il suo effetto. Impiegati e famigli hanno certamente risposto. Ma, ed è di queste ore la sua scoperta, anche la gentile richiesta (poi verificata con attenta valutazione dei documenti di identità) di presenza al seggio di tutti gli avventizi per certificare la loro appartenenza alla "setta", ha portato acqua al mulino della partecipazione "ordinata e responsabile".
Non solo. Anche i neo-conniventi della rinnovata lista Rozzano per D'Avolio si son dati certamente da fare. D'altronde, Ercoli amministra i beni Agogliati, Carucci avrà nuove richieste da mettere sul tavolo (è stato il primo a festeggiare la vittoria su FaceBook!), di Rossi e Giuliano abbiam detto.
#iostoconrozzano ha dunque, alla fine prevalso, al di là della ridicola cartolina appello degli ultimi giorni recapitata alle famiglie rozzanesi, dove il Decaduto richiama l'impegno di Agogliati nelle deleghe della Mallamaci (le famiglie), Busnari ricorda il suo impegno nello sport, di cui aveva la delega da cinque mesi e non sa nulla (ma lo sa Sgambato che ha gestito AMA Sport sin dal primo giorno), dove il "comunista" Bernasconi parla dell'impegno per le associazioni di cui si è occupata svogliatamente e di cui non ricordiamo alcuna azione, Lo Preiato (Giuseppe, il musicista, in rappresentanza di tutta la famiglia!) ricorda che "...ha ben chiaro il valore della cultura", essendo stato assunto in AMA (!) ed infine la mamma scolastica Pinardi, che ricorda come Barbara "può rappresentare  al meglio i bisogni della scuola"....
Ma ora, gli stampati, sono storia.
Nel dettaglio, è interessante vedere ed osservare che a livello di singoli seggi, ci sono delle aree dove Mallamaci ha prevalso, anche decisamente, che danno il segno di due aspetti: l'impegno degli ex DS, convertiti sulla via per Damasco dalla folgore cattolica Caterina, e la disaffezione specifica e territoriale della Piazza.... Alboreto, che ha voltato le spalle al concittadino di quartiere Decaduto.
Infatti, nel seggio di viale Lazio, l'azione dei D'Errico & co. (con l'inclusione dei "piezz' 'e core" comunisti della zona) ha surclassato i Santoro e i Bandera. E nel seggio del club "forza Juve" (chissà di chi è?) i rozzanesi hanno votato Mallamaci, nonostante l'attico sovrastante.
Per il resto, interessante il risultato di Valleambrosia, dove la destra ha un bel peso, ed ha portato ad un notevole 62,2% per Agogliati! E' stato intravisto il consigliere FI Gagliardi esprimersi in quel seggio. Per chi ha votato? Ma non era vietato far votare chi non avesse sottoscritto una intenzione di voto, almeno in senso generale, di centro sinistra??? D'Avolio, si sa, ha forti aderenze con la destra, in particolare Altitonante, l'amico delle acque, e tutto il mondo che ha portato Aler allo sfacelo. Colucci e soci non potevano aiutare: hanno problemi con le manette...
Inoltre, e per concludere, in piazza Alboreto (201 voti) e a Ponte Sesto (294 voti), nonostante vi abitassero D'Avolio, nella prima zona, e Barbara Agogliati, nella seconda, la spinta della parrocchia ha portato al minimo di votanti e partecipazione. Segno di disaffezione e minor controllo delle Aziende, che invece ha molti dipendenti nell'Aler e a Rozzano Vecchio.
Insomma una lettura a tutto tondo indica cammellaggio, clientelismo, disaffezione e allontanamento dagli scopi di un PD inteso come fu inteso dai suoi padri, a cui vi rimando leggendo con attenzione lo Statuto e il Codice Etico, anche come richiamo ai 'ggggiovani del PD Azienda che in massa, sotto la guida del sapiente e assumente professò, hanno sostenuto D'Avogliati:
- Statuto PD: ecco il link
-  Codice Etico PD: ecco il link
Caterina Mallamaci ha fatto balenare in FB, con l'ambasciatore Forello, che, stante i numeri ottenuti, farà valere e manterrà l'attenzione su alcuni temi che ha toccato, tra cui una revisione del PGT e della gestione delle partecipate.
Ecco perché, in questi giorni, la Giunta, che può contare ancora su un Consiglio Comunale nelle mani della "cricca", sta accelerando sul primo - sono pronte alcune operazioni scriteriate di cui parleremo ancora - e sul secondo punto, dove, dopo un'infornata di ringraziamenti per l'impegno fondati su passaggi di livello, aumenti e prebende e, si dice, stabilizzazioni di posizioni precarie, si punta a mantenere uno stretto riserbo sugli ulteriori debiti che il sistema sta accumulando.
Accidenti, forse l'editoriale del prossimo ViviRozzano ci dirà che gli tocca smettere di parlare di politica (festeggiando però D'Avogliati e la vittoria della democrazia!). Non è bello discutere e mettere i panni sporchi in piazza...
A bientot
RF

14 commenti:

  1. Caro Masini,
    il Suo è un quadro lucido e allo stesso tempo sconsolante del degrado causato da un comitato d'affari che si spaccia per classe politica.
    Non solo il risultato di queste primarie dimostra la forza della cricca, ma anche in caso di vittoria, la Mallamaci avrebbe avuto vita molto difficile.
    Io non conosco i nomi delle perone che potranno salvare Rozzano, ma di una cosa sono certo: indossano una divisa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anacleto Mitraglia8 febbraio 2014 20:00

      Mi dispiace umanamente, ma non politicamente.
      Deve essere ben chiaro a tutti che in questo PD non c'è posto per le persone per bene.

      Elimina
  2. Masini, fammi capire: votano 3600 persone e sono tutti idioti? Ah già, ci sei solo tu che le azzecchi tutti da più o meno 20 anni (data della tua entrata in politica, saltando da un banco all'altro). E almeno analizza i dati: chi ti ha detto che nei seggi di Ponte Sesto etc è stato il minimo storico? Quello che dici è falso, ma nessuno si incarica di smentirti perché sei troppo inutile anche per essere preso in considerazione. E perché non lo dici chiaramente perché sei così arrabbiato? Lo sanno tutti... Lo sanno tutti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro ANONIMO,
      anche se non ti firmi ti pubblico egualmente, perchè, per fortuna, non credo d'aver nessun tipo di problema con alcuna opinione. La tua, mi par di capire, è che ritieni che io ritenga i 3600 voti espressi solo da idioti. Non è così, in molti casi solo captatio benevolentiae.
      L'analisi delle primarie nella loro interezza, ha mostrato due candidati, Mallamaci e Apuzzo, che si sono impegnati nell'esprimere (pubblicamente) un programma e delle proposte per un "cambio di marcia". Agogliati no. Nulla. Solo un fideista "credo in Rozzano e nei rozzanesi" a mò di religione, e di verità rivelata. Della cui portata, però, negli ultimi mesi, esauriti gli oneri di urbanizzazione, vengono mostrate tutte le crepe. Continuità. Questo era il mantra.
      Leggere l'Italiano, lo so, è difficile. Ma scrivere "minimo dei votanti" riferendosi a queste votazioni, non vuol dire "minimo storico" come l'ANONIMO dice.
      Che tu mi ritenga inutile mi fa piacere. Per te lo sono stato davvero. E continuerò orgogliosamente ad esserlo.
      Non sono per nulla arrabbiato. Anzi.
      La conseguenza che traggo, coerentemente con principi che qui sopra ho richiamato e che ritenevo validi, è:
      1) non parteciperò a queste elezioni, le osserverò e, per quelli che non mi ritengono inutile, darò qualche umile consiglio;
      2) mi impegnerò perché l'informazione (e non la disinformazione o la soppressione dei fatti) continui a circolare;
      3) maggiori saranno le voci sincere in città, al servizio della stessa, maggiori saranno le possibilità di crescita della città, a patto che vengano sviluppati programmi e attuazioni indipendentemente da interessi personali.
      Ciò che ho rilevato, riportandolo sopra (ma che circola con abbondanza nelle pagine di FaceBook), mi scandalizza oltremodo: la proposta politica del "casa e lavoro" si è ridotta, nel caso dei vincitori, in "vota e ti sarà dato" o "vota altrimenti ti sarà tolto". Nemmeno nei paesi del Sud regno delle 'ndrine....
      Ovviamente, tutto quanto sopra viene sempre puntualmente segnalato, quando provato, a chi di dovere. Qui si parla di ETICA e POLITICA, che dovrebbero fare il paio.
      Ultima cosa: avrei un motivo per essere arrabbiato? Non so, scorrendo il Blog RF dal 2009 ne ho decinaia e decinaia di motivi per esserlo. Scegli tu il più importante o prioritario....
      Cordialità

      Elimina
    2. Un ultima cosa. Essere stato in una Giunta di passaggio per un anno quando (cito) "avevo i calzoncini corti" (1993) ed essere arrivato in Consiglio COmunale nel 2004, a casa mia non fanno 20 anni.
      Da un banco all'altro??!?!?!?!
      Prima tessera, 1990, Verdi. Per qualche anno. Poi due anni in Rifondazione Comunista (1996/97). Poi Verdi dal 2001 al 2008.
      Poi basta.... Null'altro. Ma pensa un pò....
      Sono un libero pensatore dell'area del Centro Sinistra, a cui battè - per quello - l'ultima volta il cuore politico alla manifestazione dell'Ulivo con le note de "La Canzone Popolare".... Tutto qua.

      Elimina
  3. Caro Marco,
    nel tuo articolo sono presenti due grandi bufale,la prima riguarda il presunto avvistamento di Gagliardi;non so chi abbia visto Gagliardi approssimarsi ai seggi di Valleambrosia per le primarie PD, posso però consigliare a questo signore di fare al più presto una approfondita visita oculistica, possibilmente da una eccellenza nel campo.
    Gagliardi ,come il sottoscritto,ha avversato si dall'inizio le primarie in quanto temporalmente posizionate per garantirsi un inizio di campagna elettorale in completa solitudine.
    Il goffo tentativo poi di coinvolgere persone del centro destra nello sfacelo Aler è la seconda;ti rammento che la sinistra governa questa città da oltre 50 anni e che lo ''sfacelo'' ,che per altro non riguarda solo Aler,sono stati abilissimi a confezionarlo in assoluta e completa autonomia,cercare di condividere responsabilità che riguardano una sola parte ,ribadisco una sola parte,con chi non può in alcun modo averne,è scorretto oltre che palesemente falso.
    Capisco l'imminenza delle elezioni e la necessità di fare propaganda però.....

    Saluti

    Gianni Ferretti
    F.I. Rozzano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendo atto e confermo. Ho parlato con Agostino che sottolinea come la notizia sia stata erroneamente riportata, ma, nell'alveo del discorso relativo ad alcune aderenze con il centro destra di D'Avolio sembrava cascarci a pennello!
      Lo sfascio dell'Aler a cui mi riferivo era, chiaramente, quello venuto alla luce dai conti dell'Istituto regionale e milanese. Per le responsabilità di Rozzano, si sa come la penso.
      Inoltre, come ben sai, non ho esigenze elettorali!
      Un saluto

      Elimina
    2. Marco...Marco...Marco....fai il bravo.Abbiamo tante ma tante beghe da risolvere nel nostro Comune che quello che riguarda l'intera Regione è un granello di sabbia in un deserto. Vogliamo parlare di API? 50 milioni di euro volatilizzati in qualche paradiso fiscale ma nessuno ne parla.... AMA? Prossimo fallimento, ma nessuno ne parla....Situazione NEPOTISMO....ma nessuno ne parla....Questi sono i veri problemi con i quali occorre confrontarsi. Gli inciuci tra D'Avolio ed il Centro Destra è simile a tutte le stranezze che si sentono in giro e che gente come te, pur non avendo un briciolo di prove, pubblica sul suo blog (vedi il Gagliardi che va a votare alle primarie PD.....Marco, Marco...fa il bravo.

      Elimina
  4. Sul Juve club sarei curioso visto che quel posto ex infopoint e outlet ora è usato dal decaduto e per le primarie
    basta telefonare ai numeri e chiedere

    magari un milan e inter club rozzano lo accettano per par condicio

    saluti

    RispondiElimina
  5. Se la Agogliati sarà il candidato del PD non è detto che lo sia per tutto il centrosinistra. Urge trovare un'alternativa anche a rischio di perdere, anche perchè con lei sindaco comunque ci perderà tutta Rozzano.

    RispondiElimina
  6. Per una corretta informazione vorrei segnalare che a Valleambrosa la candidata Mallamaci ha ottenuto il 62% dei voti e non Agogliati
    il dato forse ridimensiona la forza della destra attribuita alla frazione


    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nostra Agogliati intanto ha fatto fuori Mallamaci e Apuzzo

      Elimina
    2. La Mallamaci si è presentata come docente universitaria ,e tutti quelli che non l'hanno votata sanno benissimo che prima entrare in politica era un insegnante non di ruolo della scuola media inferiore. Evviva la sincerità!!

      Elimina
    3. Della serie, CI ERAVAMO TANTO, oggi tutti contro tutti. Fino a ieri tutti in fila a raccogliere le briciole e le promesse del comitato d'affari,oggi ci sono solo debiti. Il MoVimento5stelle,chiederà una verifica fiscale e tributaria nei confronti dei rappresentati politici,dei rappresentanti dei consigli di amministrazione delle partecipate,dei dirigenti tecnici ed amministrativi delle ultime due amministrazioni cittadine. Chi sa di non aver nulla da nascondere.....stia sereno!

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.