venerdì 24 gennaio 2014

"Quale ambiente per il futuro di Rozzano", una serata di approfondimenti tematici

Ieri sera, presso la sala conferenze in Cascina Grande, si è tenuta la presentazione dell'associazione Ambiente Rozzano sui temi afferenti genericamente ma specificatamente ai temi ambientali, intesi come possibilità per la città di Rozzano.
"L'ambiente può costituire di per sè un valido riferimento per la gestione di una città, della sua economia e dei suoi gruppi sociali" dice l'ing. Marco Masini, relatore della serata.
"Attorno all'ambiente ruotano temi importanti quali l'energia, la salute, il lavoro, l'abitare, i diritti ed il benessere. Non si può prescinderne. D'altronde, per poterlo valorizzare appieno occorrono competenze e lungimiranza".
Durante la presentazione non ha fatto sconti alle amministrazioni presenti e passate, in termini di realizzazioni e mancate realizzazioni, raccolta o dispersione di opportunità. Tra queste, sono stati approfonditi con un certo dettaglio, alcuni temi quali l'inquinamento atmosferico, elettromagnetico, da amianto, e aree tematiche come la produzione energetica, il suo consumo e tutti i temi legati all'efficienza.

"Un territorio non può prescindere da una intelligente gestione delle sue risorse per evitare di far pesare l'impatto della sua collettività in territori contermini. Non si può pensare ad una gestione completamente autocratica, autoreferenziale, ma certo sono possibili innovazioni tecnologiche e di processo che ci permetterebbero di guardare al futuro, anche in termini occupazionali, oltre che di salute e qualità dell'ambiente, con più serenità".
Uno sguardo alle questioni spesso riassunte nel termine smart city è stato lanciato, ad esempio, con le possibili  sinergie tra ICT, le reti di telecomunicazioni, e le infrastrutture tecnico gestionali della città, nonchè nella pianificazione urbanistica della città, che non può definirsi sostenibile a prescindere dalla sua disposizione e progettazione territoriale su area vasta.
Produzione di energia dal traffico, dalle strade e costruzioni, riassorbimento delle emissioni di scarto, tutte tematiche che nel corso del 2014 il presidente si è impegnato ad approfondire, ridando attenzione e risorse all'associazione per incidere positivamente nel rilancio culturale, economico e sociale della città.
Al'incontro hanno dato un importante contributo Augusto Sandolo, presidente di Amici della Terra Sud Milano, Sergio Patacchini, direttore di un importante consorzio RAEE ed il candidato alle primarie PD Stefano Apuzzo, che ha inteso ricordare come, solo nel suo programma, vi siano elementi di valutazione e riflessione su questi temi, ricordando il contributo dato negli anni al territorio.
Si ringrazia per la partecipazione attiva la dott.sa Andò, ed i consiglieri Ermanno Valli e Francesco Barbera, e per il saluto di chiusura dell'assessore e altro candidato alle primarie PD Caterina Mallamaci.
Una bella serata di approfondimenti che ha inteso riportare attenzione su temi poco noti ai più ma che stanno trasformando il nostro futuro ed il nostro modo di vivere.
RF
 

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.