martedì 7 gennaio 2014

Ma che divertimento nel periodo elettorale! Ieri tutti a vender Pigotte...

Agogliati e le Pigotte...
La campagna elettorale è, sembra, presenzialismo.
Esserci dovunque a tutti i costi, anche rischiando di incontrarsi-scontrarsi.
L'importante è non parlare di contenuti.
Sembra una gara a dire: "IO ci sono, dunque, ci sarò!". Si, ma su che cosa? Per che cosa?
Anche il Decaduto era ovunque, ma poi si faceva, dietro dietro, i fatti suoi e degli amici...
Dire per cosa ci si impegna e far si che questo avvenga per la collettività, e non per i singoli, sarebbe una necessità..... o no?!?
Malamaci e le Pigotte...
Comunque (FacciaLibro galeotto!) ecco un parallelismo che fa tenerezza tra le due donne in corsa per le primarie di Rozzano: entrambe a vender le Pigotte dell'Unicef al Fellini!
Quante ne avrà vendute/comprate Mallamaci? Quante invece Agogliati?
I post parlano solo del "viva i bambini" (e non potrebbe essere altrimenti), ma nulla dicono, ad esempio, sul tema specifico. Ad esempio: "Sarà mia intenzione riporre maggiore attenzione nel sollecitare la cittadinanza sull'adesione alle campagne UNicef", "Ho comprato sette pigotte per sostenere la causa UNicef", "Contribuirò a render possibile il viaggio in Siria dei volontari rozzanesi", "Interesserò il partito del problema in Mali...".... Nulla. E i supporter nemmeno le sollecitano in merito!!
Son sicuro che di incontri ce ne saranno ancora molti. Il territorio e le iniziative quelle sono, ma i programmi no. Non dovrebbero esserlo. A meno che non ci sia una sottesa convergenza di interessi....
RF

P.S. Le volontarie cambiano (voteranno separatamente per l'una o per l'altra?), ma la responsabile resta in entrambe le inquadrature, super-partes...

1 commento:

  1. Mandale al Vividavolio che sicuramente avrà difficoltà a scegliere quale pubblicare.....

    Andrea

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.