sabato 4 gennaio 2014

D'AVOLIO chi? I risultati del sondaggio di RF sul "nostro" consigliere regionale

Eccoci qua, il regalo di inizio anno di RF ai suoi internauti.
Lo scorso 9 dicembre 2013 abbiamo lanciato un sondaggio sull'efficacia e la conoscenza dell'azione nel consesso legislativo regionale di Massimo Rocco D'Avolio, spinto a furor di popolo sullo scranno del palazzo Pirelli.
Dall'alto dei circa 4000 voti raccolti nella "sua" città, l'attesa era forte. Una simile visibilità e disponibilità politica per una cittadina del sud milanese, ai margini della società e della futura città metropolitana, era vista come un patrimonio al quale attingere per la risoluzione di alcune questioni generali ed annose che a Rozzano si manifestano drammaticamente.
Ricordiamo, tra loro, la questione Aler (manutenzioni e gestione), le leggi sulla gestione del territorio, il controllo dell'inquinamento, viabilità, Expo, ....
Insomma, l'elenco è lungo, e non potrebbe essere altrimenti.
Il sondaggio di RF si concentrava sull'informazione relativa alle attività del Decaduto (come amabilmente chiamiamo il nostro ex Sindaco), che, con una così ampia base elettorale, avrebbe sicuramente voluto "coltivare".
Ben 312 persone hanno risposto alle domande, e i risultati sono, purtroppo, in linea con le attese.
E' noto il suo insediamento. Tutti i partecipanti se ne sono dichiarati al corrente, ma non è noto di cosa si occupa - e non potrebbe essere altrimenti. Ben il 78% dichiara di non saperlo, e chi dice di conoscere di cosa si sia occupato, in realtà da risposte generiche attinte dalle funzioni delle commissioni delle quali fa parte ("Ho sentito dire all'antimafia. Se così fosse lo trovo ridicolo") .

Ciò che si sa è attinto da varie fonti, tra cui ViviRozzano (40%), sito Regione e amici del PD (36%) ed RF (27%). Altri non sanno o non ricordano. Ed ancora una volta si manifesta l'essenzialità dei mezzi di comunicazione nell'informazione (o disinformazione) politica.
A piè pagina il link alla presentazione
Alla questione posta in relazione al suo possibile contributo per la Regione partendo dalla sua esperienza di sindaco, ben il 50% ritiene che non saprà darne alcuno, il 18% pensa che forse potrà darne. Solo il 33% ritiene che sarà capace di contribuire sulla base del suo passato da amministratore locale.
Ma i sentimenti più "particolari" si attingono dalle risposte alla domanda "Come pensi che D'Avolio, da consigliere regionale, possa contribuire per la nostra Regione e per la nostra città?".
Partiamo dai commenti positivi più "significativi".
C'è chi non ha dimenticato il suo contributo al cambiamento della faccia della città ("E' stato bravo", "Con la sua buona amministrazione"), e chi, per le peculiarità di Rozzano, pensa che la questione Aler possa essere centrale, trattandosi di una questione regionale ("portare istanze di interesse locali. esep.contenzioso ALER/Com.ROZZANO.(IMU)case popolari.", "Far pagare tutti ed il giusto nel quartiere aler di rozzano", "Portare le ragione per un supporto alle periferie").
C'è anche chi si spinge a ritenere che debba continuare - come sta facendo, secondo le nostre fonti - ad occuparsi di Rozzano e della sua gestione ("indicando quale candidato debba essere sindaco nel 2014"), invece di far bene il suo "lavoro" da consigliere regionale.
Chi si spinge più innanzi, pensa che il suo slogan "con Rozzano nel cuore" debba signifucare qualcosa di molto specifico ("Forse con qualche delibera "di scopo"").
Ma, "purtroppo", il meglio lo danno i commenti relativi ai dubbi che il suo nuovo incarico suscita in relazione a quella che è stata la gestione della città.
Molti quelli che chiedono di restare, ora, lontano da Rozzano ("Non pensandoci", "inutile", "non contribuirà", "Non facendosi più vedere", "occupandosi di più di altri comuni. a Rozzano ha già dato", "non potrà dar alcun contributo alla nostra regione se non quello di scaldare una sedia", "Stando zitto!", "stando lontano da rozzano"). Il suo trascorso ritengono che non gli dia crediti sufficienti per contribuire.
Altri, avendo compreso le difficoltà economiche che ha lasciato, che si stanno traducendo in un serio difetto nella fornitura dei servizi e in un perenne innalzamento della pressione fiscale, pensano che questo possa impedirne l'azione legislativa ("non farà nulla se non avrà un tornaconto economico", "Esattamente come ha contribuito per la nostra città: contribuendo ad impoverire anche la regione", "Come puo' un amministratore che ha affondato il comune che ha gestito per 8 anni, lasciandolo pieno di debiti?", "CERCHERA IN TUTTI I MODI DI PERSEGUIRE I PROPRI INTERESSI ECONOMICI, MA NON PENSATE CHE LUI ABBIA FINITO CON ROZZANO", "FACENDO COSTRUIRE CASE DALLE "SUE" COOPERATIVE O INVENTANDOSI ,QUALCHE REGIONALIZZATA").
Insomma, non c'è che dire.
D'Avolio, consigliere regionale, non sta lasciando traccia di sè, e, purtroppo, molti ritengono che non lo farà perchè continua, per propri scopi, a occuparsi di Rozzano, usando la poltrona ricavata nel palazzo Pirelli per personale tornaconto.
RF

P.S. Ecco il LINK al PDF dei risultati del sondaggio.




5 commenti:

  1. pochi sondaggi rispetto ai 4000 o 7000 votanti e magari qualcuno ne avra fatti piu di uno

    oramai è storia ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà sono tantissimi!!!
      L'uso del PC in Italia per i poll è relativamente basso (circa il 15% degli users che sono solo il 50% circa), ed inoltre a Rozzano è ancor meno diffuso l'uso e l'adeguata alfabetizzazione informatica (circa il 28% della popolazione).
      Utilizzando dei numeri conservativi, i circa 300 utenti che hanno raccolto l'invito ad esprimersi, rappresentano circa 300/0,28/0,15=7142 persone, circa i votanti di D'Avolio in tutta la Lombardia....
      Ma non è storia: D'Avolio starà al Pirellone per altri quattro anni e poco più...
      Occorre e c'è bisogno di sollecitarlo, non crede??

      Elimina
    2. Non l'ho votato quindi non rientro nei 7142 ma sono dati che poi con la realtà sono opinabili

      Sollecitiamo ma credo scalderà la sedia per quattro anni
      Saluti

      Andrea

      Elimina
  2. Siamo arrivati al punto di contestare una persona come D'Avolio e rinneghiamo il partito appena non si fanno i propri interessi. Guastamacchia non si capisce i tuoi interessi quali siano, sicuro non coincidono con i cittadini di Rozzano

    RispondiElimina
  3. caro "anonimo" ti ringrazio per avermi citato in un post che non mi riguarda. Mi dai l'occasione per ribadire che non ho interessi personali ne a Rozzano (dove ci sono nato e ci abito da diversi anni) ne a Corsico (dove faccio politica da 4 anni) ne a Basiglio dove iscritto al PD. Nessuno. Su Rozzano ho espresso da diverso tempo una opinione sul fatto che le betoniere e le gru erano (e sono) sempre in attività. Questa idea l'ho condivisa con qualche cittadino rozzanese. Tutto li. MI sembra che la stessa cosa ora sia stata notata (da qualche settimana, non prima) anche da Apuzzo che ne sta facendo un cavallo di battaglia: ben venga. A Pontesesto abbiamo salvato Targetti e campo da calcio (per il momento) altrove si devono tenere ecomostro e piazza Fontana allegata. Ora però dovresti dirmi quali siano i tuoi interessi e soprattutto se coincidono con gli interessi dei cittadini rozzanesi.

    Firmato (io firmo !), Guastamacchia Emilio

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.