martedì 21 gennaio 2014

Al mercato come al cinema: il cappello sulla sedia...

Il Gazebo "cappello" Agogliati alle 6,15 del mattino.  Ma
dei sostenitori nemmeno l'ombra sino alle 8.45
E siamo solo alle primarie PD!
Il mercato del sabato in piazza G. Foglia è diventato come un cinema d'antan, quando si "prenotava" il posto per l'amica mettendo il cappello sulla poltroncina. "Occupato!", era il grido monocorde che si sollevava dalla platea se qualcuno chiedeva di potervi accedere.
Al mercato, sin dalle 6 e un quarto del mattino (!!!), c'è qualcuno che mette il gazebo "cappello" in prenotazione dello spazio per conto delle signore candidate. Il signor candidato Apuzzo, invece, non ricevendo alcun appoggio dalle infrastrutture ed operatori commerciali del partito, deve arrangiarsi di rimessa, rischiando improperi e sberleffi.
Anche gli operatori commerciali ambulanti son rimasti stupiti: "non ci saremmo mai aspettati una cosa simile" ci dice un ambulante. "Anche la Lega dei bei tempi, per mettere il gazebo vicino all'edicola, non veniva prima delle sette!".

Insomma, il partito di maggioranza relativa (alle ultime amministrative), per determinare il suo candidato sindaco tra le più accreditate (in partenza) mette in campo ogni mezzo e logistica per accapararsi il ruolo.
La popolazione votante deciderà, ma l'impegno profuso sembra mettere in chiara evidenza la quantità e qualità di interessi in gioco. Agogliati/Pinardi sono, ventre a terra con la macchina delle partecipate, in piena crisi da "mi vogliono togliere il controllo", e profondono sudore e procedure anche al limite, se non oltre, del lecito (si parla di azioni che, se denunciate, porterebbero dritte dritte nell'area del peculato amministrativo nel settore scolastico). Gli ex diessini, con una importante truppa di rappresentanti composta dai vari Cip&Ciop indicati in più occasioni, e tutti i rappresentanti istituzionali, spingono sul territorio nella direzione della
Il Gazebo "cappello" di Mallamaci alle 6,15 del mattino. Ma
dei sostenitori nemmeno l'ombra sino alle 8.45
Caterina, inserendo importanti contributi dell'area ex Popolare. Immagine e comunicazione.
Il terzo "scornacchiato", si muove in autonomia, avulso e allontanato dal "partito tradizionale": ai banchetti di propaganda non si è mai visto accompagnato da componenti del direttivo del partito, e riceve costantemente telefonate dallo "stalker" regionale per un suo ritiro in buon ordine....
I mercati, intanto, parlano. E qualcuno dei tre dimostra già di sapersi muovere. Chissà se questo potrà servire agli indecisi o ai più caustici...
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.