martedì 17 dicembre 2013

Niente telecamere in consiglio! Nemmeno M5S riesce a rompere il muro

Ieri sera, per l'ultimo consiglio comunale del 2013, ancora un tentativo di ripresa video, questa volta da parte di rappresentanti del Movimento 5 Stelle.
Guidati da Gennaro Amiranda, rappresentante locale dei grillini, hanno installato una telecamera che è rimasta in finzione per i minuti iniziali del consiglio, nella fase delle comunicazioni, quando il presidente D'Errico ne ha chiesto la rimozione alla polizia municipale.
Ci risulta che M5S abbia fatto ufficialmente richiesta di poter riprendere la seduta, ma, come sempre avviene, non hanno ricevuto risposta. Avvalendosi del cosiddetto "silenzio assenso" hanno proceduto all'installazione delle apparecchiature, salvo poi vedersi segnalati e riconosciuti dalla vigilanza.
Ancora non ci siamo.

Se a livello nazionale il PD ha un segretario che anche dopo la sua elezione mantiene un rapporto diretto con i cittadini nel suo live #matteorisponde, a Rozzano nemmeno le sedute consiliari possono esser passate sul web al vaglio dei cittadini.
RF

2 commenti:

  1. Sono felice che qualcuno abbia "tentato" di fare qualcosa di utile per una corretta DEMOCRAZIA. Sorge solo una domanda... perché oggi? Qualcuno del Consiglio Comunale ha presentato opposizione o sostegno alle persone che volevano riprendere contro le azioni del Presidente D'Errico?

    RispondiElimina
  2. fatelo di nascosto oppure alla Curro' ( ci manchi!)

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.