sabato 21 dicembre 2013

Luigi Tivelli, il lobbista che difende i privilegi via partiti governativi

Oggi alla Camera c'è stata l'approvazione della legge di bilancio e, oltre alle critiche per una situazione che ai più, inclusi alcuni nella maggioranza, non pare più sopportabile, il Movimento 5 Stelle ne ha approfittato per denunciare, nome e cognome, il lobbista che ha lavorato con i relatori per consentire ancora il mantenimento dei privilegi dei pensionati d'oro della burocrazia pubblica e la difesa dei costruttori delle macchinette mangiasoldi: Luigi Tivelli.
La denuncia ha portato ad indicare, tra i responsabili, l'on. Marchi, di Modena, dirigente del PD (cit. "quando uno è da molto tempo su piazza è abbastanza normale stare sulle scatole a qualcuno"...), relatore della legge di stabilità. E su questo hanno inscenato la storia del partito secondo le logiche del potere che fanno riferire De Benedetti come il portatore degli interessi del partito.
Al di là della forma, i contenuti abbisognano di una valutazione, e, se del caso, di ulteriori spiegazioni.
Comunque, ad una blanda ed inefficace, soprattutto nel merito, replica del capogruppo PD Speranza ("Non siete abituati alla democrazia"), ciò che fa impressione sono le parole registrate del lobbista riportate da Sorial, del M5S: "Ho dovuto scatenare mari e monti. È stata una battaglia durissima… è questo il Parlamento oggi. Io potrei scrivere in un manuale come caso di eccellenza di azione di lobby… Io sono stato questa settimana in full immersion, giorno e notte, avevo una marea di gente che mi chiamava chi perché c'hanno privilegi, che fanno i Consiglieri di Stato, i professori universitari, ste cose qua, e quindi si sono salvati pure quelli".

Insomma, dopo un intervento di Renzi per cambiare la legge sul tema delle slot machine, ora dovrà intervenire per le pensioni d'oro. In un articolato intervento da Santoro, a Servizio Pubblico, si schierò decisamente contro questo privilegio.
Attendiamo.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.