martedì 3 dicembre 2013

La Giunta si piglia l'onere di espletare le procedure per il DURC di API compensando crediti. Buchi e formaggi

Lavori API
Con la delibera della Giunta comunale n. 155 del 20 novembre (affissa in albo pretorio il 3 dicembre) il Comune si prende l'onere di pagare i contributi dei lavoratori di API e di provvedere all'ottenimento del suo DURC per il quale altrimenti non avrebbe potuto trasferirgli denari!
Il dirigente, dopo un attento studio della normativa ex post, e richiamando una circolare del Ministero del Lavoro (36/2013) per poter farvi fronte compensando i debiti tributari con i crediti verso il Comune (460mila euro circa), fa così in modo di poter decretare la "correttezza formale" di API in tal senso e liberare i fondi.
Un volo carpiato resosi necessario a causa dell'insipienza della dirigenza API e dei suoi conduttori.
Una domanda però sorge spontanea, come avevamo fatto balenare nel post sull'argomento: ma i 460 mila euro di crediti sono maturati nel periodo di regolarità contributiva o illegalmente?

Sappiamo che API era in mora sul fronte tributario dal dicembre 2012, e che sopra i 20mila euro non potevano esser dati appalti senza il DURC. Si tratta ora di capire come si son cumulati quei crediti. Quali incarichi e per che importo?
La delibera non lo chiarisce e resta il dubbio...
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.