martedì 10 dicembre 2013

Il Comune si affida ad API per lo spazzamento neve: la città non rischia?

In questa difficile fase di liquidazione della società API srl, si pone il tema di come pagare tutti i debiti contratti.
Alcuni elementi erano stati posti nero su banco nel verbale di assemblea da parte degli amminstratori: la dismissione di immobili pubblici.
Ma, certamente, quella strada deve trovare compiacente il Consiglio Comunale. Non credo che lo si potrà fare a cuor leggero senza garanzie di fattivo rilancio di un disastroso piano di gestione del teleriscaldamento che ha affossato i conti pubblici.
Ma, una società in liquidazione può continuare a produrre o svolgere la propria attività e per quanto tempo la procedura può andare avanti prima della chiusura?
Beh, la procedura di liquidazione non ha un termine: il liquidatore depositerà il bilancio finale di liquidazione quando avrà pagato tutti i debiti. Perciò, fintanto che i lavoratori ed i mezzi sono disponibili, l'Azienda può sviluppare lavoro con gli appalti comunali, sempre che il DURC sia in regola! Ma su quest'ultimo fronte abbiamo avuto garanzie.
In questi giorni il Comune, o meglio, l'ufficio tecnico con la determina 2423 del 28/11/2013, ha determinato di continuare ad avvalersi di API per i servizi potenziali di spazzamento neve. A fronte di questo impegna 20mila euro per l'impegno (inevitabile) dei mezzi. API non può lavorare per altri se non il Comune.

- Ma sarà stata API capace di intervenire durante ogni momento di una possibile lunga stagione invernale?
- Se il liquidatore trovasse da vendere i mezzi per saldare alcune pendenze, come farà API a soddisfare le necessità del Comune?

In questi casi si predispone un cosiddetto "back door plan", un piano di intervento alternativo, per la legge del non si sa mai.
Chiederemo al vice sindaco chiarezza nel prossimo Consiglio Comunale.
RF

1 commento:

  1. E' da circa 6 mesi che il Comune di Rozzano (unico Cliente API) non fa realizzare, e quindi non paga, lavori alla sua partecipata API - Risulta altresì che API ha rifiutato un lavoro di riasfaltatura in Via Curiel a luglio 2013 - Come possiamo avere le garanzie della spazzatura neve .... ma anche ALER ha un contratto con API per la spazzatura nel quartiere popolare (lettera di Gaeta a Occhi Aperti). Speriamo non nevichi e basta

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.