mercoledì 4 dicembre 2013

Ciò che dovrebbe esser dovuto e che non è scontato... bilanci delle partecipate e controllate

In onore al ruolo dei consiglieri ed alla trasparenza della P.A., mai abbastanza in questi tristi periodi in cui anche i presidenti regionali si comprano mutande verdi, ecco il testo della mail inviata per supplire a quanto l'Amministrazione comunale non fa.
A buon rendere.

"Alla c.a. di TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI
 Copia conoscenza
-    Ufficio di Presidenza del Consiglio
-    Segretario comunale
-    Giunta
-    Presidenza di tutte le Partecipate (che prego l’info@amarozzano.it di raggiungere)

 Una volta (quando "i comunisti mangiavano i bambini!") venivano distribuiti senza doverli richiedere i documenti relativi al bilancio delle partecipate, ed almeno di AMA, vale a dire:

- relazione gestione bilancio consolidato
- bilancio consolidato
- nota integrativa bilancio consolidato
- allegati bilancio consolidato (i bilanci delle controllate)
- relazione Organo di controllo bilancio consolidato
- Relazione gestione bilancio esercizio
- bilancio esercizio
- Nota integrativa bilancio esercizio
- relazione Collegio sindacale Relazione bilancio esercizio
- relazione Organo di controllo bilancio esercizio

Non avendo, invece, ricevuto alcunché, mi prendo la supplenza in tal senso e, per debita conoscenza di tutti i consiglieri vi segnalo i link dai quali potrete scaricare e leggere quei documenti:

Area Sud Milano: Bilancio
Miogas: Bilancio
AMA Sport: Bilancio
ARCO: Bilancio
Sfera: Bilancio

Prima di affrontare certe tematiche, sarà bene dare un’occhiata a questa documentazione, magari, poi, rileggendo con più attenzione alcuni post che ho fatto su RozzanoFuturo.

Ringraziando, nell’ordine, gli esimi presidenti e/o procuratori M. Nervetti, G. Sgambato, C. Carrara 1, C. Carrara 2, V. Morello, P. Forello, M. Camagni, C. Balistreri per non averceli mai fatti pervenire, e per non realizzare nemmeno un incontro all’anno per illustrare i “piani industriali” che rendono un senso compiuto alla gran quantità di attività che svolgono in supplenza di un povero Consiglio Comunale che – per non aggravarne il lavoro – tengono opportunamente all’oscuro, evitando anche di fornirgli informazioni e documenti che potrebbero solo aumentare il gravame del dover partecipare ad una seduta ogni tre mesi.

Buona lettura a tutti

Con mutata e scarsa stima per chi avrebbe dovuto ottemperare,

Marco ing. Masini
(Trasparenza e partecipazione)"

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.