lunedì 30 dicembre 2013

AUGURI!!! Ma.... sempre più scandaloso: API, clientele e privatismo senza fine

Quale sarà il pulcino più uguale degli altri?
In un pollaio nessuno. Il colore non fa la differenza. 
Non si finisce mai di stupirsi nell'apprendere quanto sia stata gestita in modo PRIVATO una società PUBBLICA come API.
E per farlo, non si poteva che definirlo con il rappresentante legale del Socio Unico, il Sindaco, che, fino al 2012 (e oltre?), ha presidiato puntualmente, deciso e diretto tutte le attività che ad essa facevano capo. Nulla si muoveva se Egli non voleva. Poi la baracca ha cominciato a fare acqua da tutte le parti, e.... la Regione l'ha accolto nella sua aula.
Ebbene, per i meno avvezzi, ricominciamo dal principio, cercando di sintetizzare.
API nasce nel 2006, e per operare acquista un "ramo d'azienda" della CRC srl: carri e carrette, buoi e dipendenti (15) per circa 1,5M di euro.
La CRC ha dato ad API il presidente, s.ra Lentati, e il super pagato direttore generale (!) Gianotti. La prima era ex socia della CRC, il secondo è rimasto socio (!) sino al 2011.
La CRC è l'azienda di famiglia dei Gianotti.
Come amministratore delegato di API viene indicato Bellini, ex ragioniere del Comune.
Come mi ha detto un amico, che - anch'egli, come molti - confonde l'amministrazione pubblica con il privato, i figli "sò piez e core". Ed ecco che API diventa subito il datore di lavoro dei "figli di" per meriti (?) sul campo.
Bellini si assume la figlia, Gianotti fa lavorare l'azienda delle figlie (il famigerato capannone da 180mila euro/anno), che nel frattempo hanno acquisito la maggioranza. Poi l'ex dirigente comunale, arch. Baldi, vi pone il figlio e si accaparra un vitalizio aggiuntivo alla pensione in consulenze.
La Parentopoli della CRC assegna anche commesse per le forniture più spicce, Tecnoufficio di Gianotti Lucilla, liquidata, e per la società della moglie di Gianotti (SMS di Minini Maria).
Poi, con appalti e altro, si ringraziano i sostenitori alle elezioni (note aziende e cooperative), gli ex consiglieri o i neo consiglieri e le aziende di supporto del sistema cooperativo lombardo.
Probabilmente (e cavolo, mica solo lavoro?!) ci si toglie anche qualche sfizio....
Dunque, parte l'approfondimento che dovrà necessariamente fare tutti i nomi e cognomi. Per capire chi si ha di fronte nel futuro e come mai la politica sta perdendo fans, visto che vi rimangono attaccati solo i percettori di interessi...
I sistemi di gestione del consenso nelle città di questo tipo hanno reso l'Italia uno degli ultimi Paesi al mondo per corruzione tra quelli "civilizzati": 69ma su 177, al pari della Romania (rapporto CPI 2013, l’indice di Trasparency International, che misura la percezione della corruzione nel settore pubblico.).
Se tutto questo è stato fatto in API - come sempre, all'insaputa dell'assessore "competente" Barbara Agogliati che, per evidenti meriti, è in corsa per le primarie PD sostenuta dai dirigenti che gestiscono "la robba"- molto probabilmente anche AMA sta "soffrendo" delle stesse problematiche.
Le prime le abbiamo cominciate ad evincere in questi giorni, ma, si sa, occorre tempo per la chiarezza se non rispettano le prerogative dei consiglieri comunali per l'accesso alle informazioni!
Buona fine anno e buon 2014!!...
RF

2 commenti:

  1. Masini, lei è nel gruppo misto con Valli , che in questi anni ha sempre condotto
    puntuali e doverose battaglie sulle partecipate.Ho assistito ad alcuni Consigli Comunali durante i quali si accapponava la pelle nell'ascoltare i Disastri di D'Avolio & C. Perchè non indite una assemblea pubblica ed invitate i tre candidati Sindaci PD? Forse è la volta buona che devono in qualche modo dare qualche spiegazione-.e dirci quello che intendono fare.Masini e Valli, forza convocate questa riunione,assemblea, ci sarebbe da divertirsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea è quella di realizzare un evento pubblico per parlare delle questioni economico finanziarie del Comune di Rozzano, e, in quell'occasione, invitare i candidati. Non un evento per loro, ma un'occasione per loro per dire come contribuire - se mai per alcuni fosse possibile - a risanare e cambiare l'approccio del Decaduto.
      Nei prossimi giorni i dettagli.
      Grazie

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.