lunedì 9 dicembre 2013

9 dicembre 2013: giornata internazionale contro la CORRUZIONE

Ebbene si, esiste un simile evento, a ricordare che non è bene corrompere ed essere corrotti...
Non è così scontato. L'Italia si trova al 72mo posto nella classifica mondiale, superata recentemente da Ghana, Romania e Brasile....
Dunque l'evento rappresenta un' importante occasione per accrescere nella coscienza collettiva il rifiuto di ogni forma di illegalità e richiamare l'attenzione di tutti i cittadini sugli effetti negativi della corruzione.
La corruzione è un complesso fenomeno sociale, politico ed economico che affligge tutti i paesi, ma in Italia è alquanto pernicioso.
La corruzione mina le istituzioni democratiche, rallenta lo sviluppo economico e contribuisce all'instabilità governativa, tema caldo di questi giorni. La corruzione attacca le fondamenta delle istituzioni democratiche distorcendo i processi elettorali, pervertendo le leggi e creando pastoie burocratiche la cui sola ragion d'essere sono la generazione di ruberie. Lo sviluppo economico è depresso perchè gli investimenti esteri vengono scoraggiati, ed i piccoli business all'interno del Paese sono spesso nelle condizioni di non potersi avviare o decollare per gli eccessivi costi di start-up richiesti dalla corruzione.
Il 31 ottobre 2003, l'Assemblea Generale dell'ONU adottò la Convenzione ONU contro la Corruzione (resolution 58/4). 
Riportiamo un passaggio del messaggio di Ban Ki-moon lo scorso 9 dicembre 2012: 
"As the international community strives to achieve the Millennium Development Goals (MDGs) by 2015 and forge an agenda for economic and social progress in the years beyond, addressing the problem of corruption becomes all the more urgent."
Dunque, il 9 dicembre 2013 si celebra in tutto il mondo l'ennesima giornata internazionale contro la corruzione. 
L'evento rappresenta un' importante occasione per accrescere nella coscienza collettiva, anche rozzanese, il rifiuto di ogni forma di illegalità, richiamando l'attenzione di tutti i cittadini sugli effetti negativi della corruzione. In tale ambito il Dipartimento della funzione pubblica e Transparency International Italia lanciano il concorso fotografico " METTI A FUOCO LA CORRUZIONE" . Il concorso è aperto a tutti i fotografi non professionisti e a gruppi di studenti di scuole medie e superiori. La partecipazione è totalmente gratuita. Le foto devono essere originali e fatte con qualsiasi supporto digitale. Vanno inviate via e-mail a svegliati@transparency.it. Il termine per l'invio delle foto è fissato in data 25 novembre 2013.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.