giovedì 14 novembre 2013

Scusate, non lo sapevo! I Bellini non sono solo l'AD di API....

Il "ricovero" dei mezzi API in CRC.
Certo che, guardare con attenzione i dati ed i report aziendali si scoprono chicche.... Magari tutti lo sapevano, ma io riesco sempre a stupirmi!
Si è già detto "peste e corna" dell'amministratore di API, ex ragioniere capo del Comune di Rozzano post-Carrara, Giafranco Bellini. Anche dai banchi dell'attuale maggioranza son volati stracci a suo sfavore. La sua disarmante allegria nella gestione della Società ha permesso risultati apprezzabili da tutti!
Ma per realizzare la completa integrazione gestionale (presumo del teleriscaldamento), hanno messo in pista un ulteriore intreccio familiare non indifferente. "Hanno", non "ha", perchè è chiaro che tutto questo avviene sempre e solo con l'approvazione del delegato (mai abbastanza) del Socio Unico: il "decaduto"!
Insomma, dopo aver piazzato una giovane figlia in AMA come dipendente, da agosto 2012 ha inserito l'altra alla presidenza del Collegio Sindacale di AMA Rozzano!!

NDR: chi lavora sbaglia, chi non lavora non sbaglia mai. Abbiamo pubblicato una notizia inesatta. La Bellini presidente del collegio sindacale di AMA non è figlia di Bellini. Tanto dovevamo.
(continua)
In API, del resto, queste pratiche di sostegno tra generazioni con i nostri soldi erano normali. Il direttore Luigi Gianotti, per mantenere la famiglia, ha fatto pagare ad API l'affitto dei capannoni all'azienda di famiglia CRC (delle figlie, anche in questo caso, della moglie e sua fino al luglio 2011!!), circa 160mila euro all'anno; i capannoni si trovano alla chiusa leonardesca, ma hanno ben altro basso e scarso pregio... Nel contempo, API provvedeva a svendere le locazioni di analoghe - per estensione - proprietà di API (del Comune, ndr) a 15mila euro!
Familismo senza fine...
RF

1 commento:

  1. Bellini non poteva che avere un Maestro degno.
    Carrara non ha "piazzato", infatti, un solo figlio, il fido commercialista delle sue società Mauro. C'è anche l'altro, l'avvocato Giorgio!

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.