venerdì 29 novembre 2013

(S) Gambato: ecco il liquidatore di Api... Pericolose assonanze!

...ed invece si persiste nell'infrattamento!!!
Alla chetichella, come sospettavamo, e senza convocare alcuna commissione, o mandare informazioni ai consiglieri comunali, gli amministratori hanno proceduto alla nomina del liquidatore di API, quello biondo e alto 1,91 m!
La delibera che quei "ribelli" PD e il "retto" Moro dissero d'aver fatto nell'interesse del Comune che chiedeva di far conoscere al Consiglio le decisioni e le evoluzioni delle questioni legate alle partecipate - come tutto il resto delle richieste in tal senso al decaduto, all'FF e al Nebbiolini della Padania - giace inattuata, probabilmente usata come carta da toilette in qualche latrina comunale.
Si tratta di uno dei consulenti di quel disastro gestionale che è' stato condotto da D'Avolio, Bellini e co.
Il dott. Gambato, consulente e addetto alla parte contabile amministrativa relativa al personale di Api, e' stato direttamente coinvolto nell'inutile e oggi pericolosa assunzione degli operai e del personale vario dal 2010 (anno in cui si venne a sapere che Api doveva esser liquidata) ad oggi.

Non ci son dati conoscere i suoi pareri al riguardo, ma, si sa, più paghe da gestire, più alta e' la parcella; dunque non ci aspettiamo di trovare alcun parere illuminato, altrimenti.... non farebbe il liquidatore di comodo. Dovrà sottostare alle linee guida di qualcuno, telecomandato, staccando gli assegni solo per chi si sarà dimostrato degno...
Come già detto, nel libero mercato, una società come API sarebbe già stata dichiarata fallita, con una liquidazione giudiziale, ma, essendo pubblica e decotta, la si liquida per... mettere al sicuro gli amici, dandogli il tempo di nascondere le responsabilità e magari qualche soldino.  
Stante le responsabilità che ora toccheranno al Gambato, all'FF e - sembra - al Nebbiolini (che ancora non comprendiamo fin dove lo porterà il suo debito di fedeltà al decaduto... perchè non si rivolge al Consiglio?), gli chiederemo subito di mettere tutti gli atti on- line, e di avere tutto disponibile ed alla luce del sole.
La risposta sarà sintomatica del suo essere super partes ed al servizio della collettività. Altrimenti male interpreteremmo il non aver portato i libri in Tribunale.
RF

3 commenti:

  1. Verrebbe voglia di spedire "a quel paese" qualche improvvistato dirigente, ma leggo che non sarebbe possibile. Chi "pagherà", oltre ai dipendenti, per un simile disastro gestionale? Coloro i quali hanno tratto dei vantaggi, mediante: laute parcelle in occasione dalla nascita di Api, canoni di affitti, investimenti immobiliari (sich), stipendi da nababbi, restituiranno il mal torto anche ricorrenndo alla alienazione di beni "ricevuti" quale premio per l'affare? No, perchè Api nacque per vendere fumo ai cittadini e, soprattutto, creare opportunità per il "branco". Chi ha gestito gli interessi economici relativi alla costruzione della rete di teleriscaldamento? La ditta appaltatrice a chi fa capo? Ha tra i soci occulti (sich) un qualche politico decaduto? Ecco, sono una parte delle domande che potrebbero essere rivolte alla maistratura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ritengo che occorrerebbe un minimo sforzo da parte della magistratura, per ricostruire l'escalation della condizione economica dei soggetti coinvolti nella "vicenda Api"... verrebbero fuori belle favole !!, perchè emergerebbero strane coincidenze tra acquisti di immobili in denaro contante e la CREAZIONE del gioiello di famiglia denominato API. La prossima campagna elettorale si avvicina.... stanno escogitando qualche primizia per gabbare il popolo. Per quanto mi riguarda, considerato che non sono un elettore, il centro sinistra potrebbe fare a meno di Renzi, almeno in qualità di segretario dei DS. Se dovesse essere eletto e confermare gli obiettivi del suo fumoso programma, dovrà chiedere la scorta armata. Sindaco, lo prenda come un utile consiglio.

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.