giovedì 21 novembre 2013

La casa dei cittadini ha i buchi nel tetto... e non ci sono soldi per ripararla!

Durante una visita al palazzo comunale con il consigliere Igino Gabriele, abbiamo dovuto praticare un nuovo sport: lo "slalom tra i secchi e catini"!
Quando piove, nell'ingresso del palazzo comunale (e non solo) si provvede a disporre sul pavimento secchi, secchielli e catini per la raccolta delle acque meteoriche, che torneranno utili per innaffiare le piante.
La mancata manutenzione del palazzo comunale rappresenta uno sfregio alla città.
E' bene intervenire urgentemente, a costo di lasciar indietro qualche altro intervento (non quelli nelle scuole!).
Il comune come rappresentazione plastica della realtà: i buchi sul tetto triste elegia della situazione economica...
RF

4 commenti:

  1. Non trinceriamoci dietro al "patto di stabilità", perchè sarebbe credibile solo se le finanze del Comune fossero state gestite con diligenza amministrativa, che non è possibile riconoscere agli attuali responsabili della cosa pubblica. L'impostazione della materia delle entrate, solo "sostenendo" le grandi lottizzazioni, ha ingenerato il collasso delle amministrazioni, compreso Rozzano, prive di progettualità alternativa al cemento. Perché non è stata definita una programmazione lungimirante degli interventi edilizi, anzichè invogliare i costruttori a "riempire" il mercato di appartamenti vuoti, che hanno provocato lo svilimento delle cessioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra una critica assolutamente adeguata. La lungimiranza, però, sembra non esser più appartenente al mondo della PA. Anzi. Ma la PA se l'aspetta dalle aziende private, per poter risollevare il tutto con un pò di occupazione e consumi interni.
      Mi fanno sorridere le "ricerche di mercato" del pubblico: i dati non vengono utilizzati per una seria determinazione delle prospettive future, ma addomesticati per giustificare scelte alquanto improbabili (ed in qusto senso va la mia critica alla TAV).

      Elimina
    2. Sono anni che chiedo anche con istanze protocollate un intervento.Nulla di fatto!Evidentemente nel corso degli anni le priorità erano altre.
      Basti pensare, anzi invito Masini e Gabriele a recarsi presso il primo piano, dove alberga il Sindaco,Vice Sindaco, e la Funzionaria preposta allo Staff del Sindaco. Vi chiederete: ma siamo nel palazzo Comunale oppure negli uffici di una Multinazionale? Suggerisco di visitare anche la Sala Giunta , vi chiederte: forse questa è la sal riservata al CDA della Holding della Fiat? Ed i costi affrontati nel 2006 per il rifacimento?
      600/700 mila Euro? Naturalmente con gli oneri di urbanizzazione.
      Ma si sà l'immagine è tutto, o quasi.Tant'è!!

      Elimina
    3. Stante alle condizioni di una gran parte delle zone periferiche, in particolare quinto e valleabrosia, la sala giunta e gli uffici predisposti per supportare il sindaco decaduto, dovrebbe essere stati organizzati all'interno di un container, per il rispetto dell'uguaglianza. Non solo, ma tutti i componenti i cda dovrebbero versare in una cassa comune i proventi derivati dagli incarichi, per essere destinati ad un fondo di sostegno ai poveri che non mancano nella città di Rozzano.

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.