domenica 17 novembre 2013

Al Prefetto di Milano: pubblicazione emolumenti e bilanci società controllate dalla partecipata, anche indirettamente.

Ecco il testo della posta certificata inviata al Prefetto di Milano.

"Spett.le Sig. Prefetto,

I commi 587, 588, 589, 591 e 735 dell’articolo unico della legge finanziaria 2007 impongono nuovi adempimenti in capo agli enti locali, che sono chiamati a comunicare i dati su consorzi e società partecipate.

Il comma 735 ha introdotto ulteriori obblighi di pubblicità, per tutte le pubbliche amministrazioni, stabilendo che gli incarichi di amministratori delle società (a totale o parziale partecipazione pubblica) conferiti dai soci pubblici e i valori relativi ai compensi pattuiti, sono resi pubblici con affissione all’albo e nel sito informatico dell’amministrazione controllante, a cura di responsabile individuato dall’ente, con obbligo di aggiornamento semestrale. La violazione dell’obbligo di pubblicazione dovrebbe essere punita con una sanzione amministrativa pecuniaria, fino a diecimila euro, irrogata dal Prefetto nella cui circoscrizione ha sede la società. Una sanzione di pari importo si applica agli amministratori delle società partecipate che non comunicano ai soci pubblici il proprio incarico ed il relativo compenso entro trenta giorni dal conferimento ovvero, per le indennità di risultato, legate alla produzione di utili ed in misura ragionevole e
proporzionata (comma 725), entro trenta giorni dal percepimento.


Per tutto quanto sopra, rendiamo noto alla Vs. attenzione che il Comune di Rozzano partecipa, tramite la sua controllata AMA Rozzano spa, in qualità di Socio alla vita societaria delle seguenti società:
- MioGas srl (37%) e tramite questa ad Eurogas srl;
- Giemme Multiservice (3,64%) e tramite questa a Sicurgas srl, GasPiù Distribuzione srl e Società Teleriscaldamento Nord Milano srl

Di tutte quelle Società non è noto il bilancio ed il compenso degli amministratori e lo stesso non compare nel sito del Comune.

Siccome tale situazione permane da molti anni, si chiede alla Signoria Vostra di intervenire nel senso indicato dalla legislazione vigente, comminando le eventuali necessarie sanzioni ed intimando la pubblicazione di quanto omesso.

In attesa di Vs. riscontro, 

Marco Masini

Consigliere Comunale di Rozzano"

Ricevuta di avvenuta consegna
Il giorno 17/11/2013 alle ore 13:53:55 (+0100) il messaggio
"Rozzano, applicazione comma 735 dell?articolo unico della legge finanziaria 2007 " proveniente da "marco.masini-7048@postacertificata.gov.it"
ed indirizzato a: "protocollo.prefmi@pec.interno.it"
� stato consegnato nella casella di destinazione.
Identificativo messaggio: 2B9B460A.000B38E3.661FD292.AD3BD1D7.posta-certificata@cecpac.posteitaliane.it

1 commento:

  1. Caro Masini,
    la soddisfazione che suscita la Sua meritoria azione è purtroppo pari alla delusione nel verificare come questa proceda in solitario. Possibile che non esistano altri soggetti che si oppongono al malaffare ?
    Con tanta amarezza nel cuore ma ancor più gratitudine nei Suoi confronti la saluto cordialmente.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.