giovedì 31 ottobre 2013

ll Gas a Rozzano non è nel libero mercato: è un "monopolio mascherato"!

Se vuoi il gas a Rozzano per gli usi domestici non puoi che rivolgerti a Miogas!
Il Comune, ente regolatore, è in chiaro conflitto di interessi, controllando anche la gestione della vendita e della distribuzione, oltre che non lasciar accedere altri operatori.
Sul sito dell'Ente, alla pagina espressamente dedicata alla fornitura del gas, non c'è che l'indicazione dell'operatore di AMA.
A sottolineare il conflitto, una frase esplicativa: "Il servizio di vendita del gas sul territorio di Rozzano è affidato alla società MioGas.". Cioè: non è affidato al libero mercato.
Dal 1° luglio 2007 in Italia, come nel resto d’Europa, è scattata la completa liberalizzazione della domanda di energia, in attuazione delle Direttive UE 54 (elettricità) e 55 (gas) del 2003. Per il gas già dal gennaio 2003 tutti i consumatori, compresi i clienti domestici (cioè i consumatori che acquistano gas naturale per scaldare le proprie abitazioni o per cucinare), dovrebbero potersi rivolgere al venditore che propone l’offerta ritenuta più interessante.
Ma così non è....
Per verificarlo ho provato a chiedere il preventivo ad A2A.
La risposta è stata: "Siamo spiacenti, ma l'offerta non è ancora disponibile nel comune indicato".
Allora ho provato con Edison.... stesso problema.
Ma a chi deve rivolgersi una società commerciale per vendere il suo prodotto al consumatore?
A GasPiù Distribuzione, ovviamente, che gestisce la rete rozzanese. Ma tutta con un unico commerciante. Certo, hanno un listino a disposizione di chi dovesse mai chiedere di entrare nel "libero mercato rozzanese", ma.... come sono i prezzi? E' accessibile?
Chissà quanto costerebbe il gas a Rozzano?
Ok, ma chi comanda in GasPiù Distribuzione? Lo stesso che comanda Miogas: Carlo rag. Carrara, che - per conto dell'Amministrazione (via AMA) ha tutto l'interesse di non far entrare alcuno, per mantenere il controllo commerciale - che alimenterebbe tutto il sistema di potere e i favori - non con la qualità ed economicità del servizio, ma con l'appropriazione territoriale indebita della rete.
Così non è, e non può essere. Abbiamo esaminato questa situazione e l'abbiamo sommariamente riportata.
Come vedete i nodi vengono al pettine.
Sono stati abbattuti i monopoli, ma non a Rozzano, dove qualcuno fieramente resiste per mantenere posizioni di potere e privilegi!
Credo che ci siano gli estremi per una segnalazione all'AEEG....
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.