domenica 8 settembre 2013

Valli: "Scandaloso! Un Direttore artistico musicale in AMA solo oggi!"

AMA ha ereditato la gestione delle attività culturali del Comune già da tempo, esternalizzando, di fatto, la gestione di queste importanti iniziative normalmente pubbliche; senza andar lontano, a Milano neanche la Moratti era arrivata a tanto.
Il consigliere Valli
Dalle dichiarazioni dell'assessore alla partita, ing. Barbara Agogliati, il Comune continua ad esercitare un ruolo di controllo (mah!) ed indirizzo (da quel passaggio non si è visto alcun documento programmatico) ma l'operatività sarebbe passata ad AMA.
Sino agli anni del sindaco Maria Rosa Malinverno, la cultura era una delle più importanti attività dell'Amministrazione, perchè (Goebels, ahimè, insegna) può plasmare il carattere ed il pensiero dei cittadini proponendo programmi con contenuti e legati ad interessi culturali particolari, di tendenza o di fazione. Ed era visibile, in termini di investimento, a bilancio.
Vi era una struttura interna significativa, con un funzionario dedicato e un ufficio che si occupava di elaborare gli stessi indirizzi e renderli operativi sviluppando i contatti con gli artisti, i produttori culturali ed elaborando i bandi di gara per le strutture tecnologistiche di supporto.

"Bando di gara"....  parole desuete, abbandonate in ragione di una maggiore velocità nella selezione dei fornitori ma che hanno portato spediti e diretti alla selezione che nel pubblico veniva deinita "licitazione privata", ma che veniva esercitata con parsimonia, in favore della più trasparente e visibile pratica del "bando di gara".
Ma... bando al bando!
"La situazione, ora, è completamente privata, e, scarseggiando in AMA figure professionali di settore (e non solo per quel settore), a mesi e mesi di distanza si pensa di andare a selezionare un direttore artistico musicale" segnala il consigliere Ermanno Valli.
Valli continua: "Sembra strano che ci si sia accorti solo ora di questa mancanza. Non sarà per caso che a pochi mesi dalle elezioni la proposizione di eventi artistici sia considerata foriera di consenso?".
Probabilmente è tempo che l'assessore, al rientro dalle ferie, proprio in virtù di tale scelta, relazioni al Consiglio (o alle sue componenti) le strategie ed i programmi di "fine mandato", magari spiegando le ragioni di una sceltà sì tardiva e .... per fare cosa.
RF

3 commenti:

  1. Ooops ....
    ....si vocifera che questa persona sarà tal Lo Preiato....
    Noooo non il segretario del PD: il fratello.
    Mah, vedremo!

    RispondiElimina
  2. ma va ?
    che dice il curriculum ?

    http://www.comune.rozzano.mi.it/index.php/component/content/article/162-prima-pagina/1773-ama-rozzano-graduatoria-coordinatore-didattico-artistico-della-scuola-civica-di-musica-di-rozzano.html


    andrea

    RispondiElimina
  3. Ebbene si. Altro tassello di interesse incasellato nel direttivo del PD rozzanese e della sua Amministrazione: "Pino" Lo Preiato direttore in AMA, divisione Scuola Civica di Musica.....

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.